Il panettone Neri all’asta per raccogliere fondi per l’AISM   

Siracusa – Ultime ore per aggiudicarsi uno dei tre “Ultimi giapponesi”, i panettoni artigianali che Franco Neri ha offerto per raccogliere fondi da destinare alle attività di assistenza alle persone con sclerosi multipla garantite sul territorio siracusano dalla sezione di Siracusa dell’Aism, l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla. 

L’asta della solidarietà, che si chiuderà alle ore 24 di mercoledì 29 dicembre, prevede tre tipologie di panettone: tradizionale, cioccolato e pistacchio. L’aggiudicazione avverrà giovedì 30 alle 11.30 alla pasticceria Neri di via Pausania a Siracusa. 

Ad oggi per il panettone tradizionale sono stati offerti 60 euro; per quello al pistacchio 70 euro e per il panettone al cioccolato 105 euro.

Ad ogni panettone è abbinato uno splendido regalo messo in palio da sponsor privati. Si tratta di un percorso benessere all’Hotel One e di due regali speciali offerti da Cg Couture e Profumeria Costa. Basta collegarsi all’evento (https://www.facebook.com/events/1066829240762063/?active_tab=discussion) e fare un’offerta.   

“Lo scorso anno ho trovato in magazzino l’ultimo panettone, che ho voluto chiamare l’ultimo giapponese, e metterlo all’asta per AISM – ha spiegato Franco Neri -. E’ stata una bella iniziativa che quest’anno abbiamo deciso di triplicare con tre panettoni con una distinta quotazione ed ogni panettone contiene un ulteriore regalo anche se nessuno di noi, ma solo il notaio, conosce gli abbinamenti.  Chiunque può fare la propria offerta sul prodotto”. 

“Lancio un appello finale – dice Valeria Ferla, vicepresidente della sezione Aism di Siracusa -: collegatevi alla pagina Facebook della nostra sezione o cercate direttamente l’evento Gli ultimi giapponesi. Potrete commentare e scrivere la vostra offerta. L’intero ricavato andrà a finanziare le attività che la sezione Aism tutti i giorni effettua verso le persone con sclerosi multipla della provincia di Siracusa. Ringraziamo Franco Neri per la sua sensibilità e per aiutarci in maniera concreta a raccogliere fondi: il trasporto delle persone, il supporto domiciliare, l’aiuto psicologico sono solo alcune delle attività delle quali ci occupiamo in favore delle oltre 800 persone con sclerosi multipla in tutta la provincia”.  

Chi è AISM. L’AISM, insieme alla sua Fondazione (FISM) è l’unica organizzazione nel nostro Paese che da oltre 50 anni interviene a 360 gradi sulla sclerosi multipla, indirizzando, sostenendo e promuovendo la ricerca scientifica, contribuendo ad accrescere la conoscenza della sclerosi multipla e dei bisogni delle persone con SM promuovendo servizi e trattamenti necessari per assicurare una migliore qualità di vita e affermando i loro diritti.