Tre incontri “Piero Raspi: dalla luce al colore. Dipinti 1955-2005” – Casino dei Principi (Roma, Musei di Villa Torlonia)

Roma – Tre appuntamenti domenicali nell’ambito della mostra. “Piero Raspi: dalla luce al colore. Dipinti 1955-2005”. Per approfondire i temi del percorso artistico di Piero Raspi tramite le opere esposte a Roma nella mostra al Casino dei Principi di Villa Torlonia.

«Domenica 9 gennaio, domenica 23 gennaio e domenica 6 febbraio 2022 al Casino dei Principi di Villa Torlonia alle ore 11.30 – in concomitanza con la mostra in corso “Piero Raspi: dalla luce al colore. Dipinti 1955-2005” – si terranno tre incontri/visite guidate, promossi dall’Associazione Sinergie Culturali, tenuti da storici dell’arte, artisti e critici d’arte, finalizzati a rappresentare la poetica delle opere esposte, lungo il percorso della mostra, con riferimenti anche al contesto culturale e artistico nazionale e internazionale.

La mostra, prorogata fino al 6 febbraio 2022, è promossa da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, prodotta dall’Associazione Sinergie Culturali con la collaborazione della Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Collicola Spoleto e curata da Marco Tonelli, Direttore artistico della Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Collicola Spoleto. Patrocinio della Fondazione La Quadriennale di Roma. Organizzazione di Zètema Progetto Cultura».

Gli incontri/visite guidate alla mostra, di approfondimento, saranno tenuti dai seguenti relatori:

Domenica 9 gennaio ore 11.30 Claudio Verna

Domenica 23 gennaio ore 11.30 Lorenzo Fiorucci

Domenica 6 febbraio ore 11.30 Marco Tonelli

Musei di Villa Torlonia – Casino dei Principi. Via Nomentana, 70 – Roma

Info:

Claudio Verna. Considerato uno dei principali protagonisti, nonché fondatore, del movimento artistico “Pittura Analitica” (conosciuto anche come Pittura-Pittura), ha, con il suo lavoro, favorito un ritorno alla pittura nei suoi elementi costituenti. La corrente artistica fondata da Verna si è diffusa nel panorama europeo, ad esempio, come Radical Painting in Germania e Supports/Surface in Francia. Ha esposto in numerose mostre collettive e personali nazionali e internazionali.

Lorenzo Fiorucci. Storico e critico dell’arte, ha focalizzato la sua attenzione principalmente sull’arte italiana del secondo dopoguerra in particolare sulla scultura informale e sulla ceramica del Novecento. Collabora con l’Archivio Crispolti di Roma, la galleria Montrasio Arte Monza e Milano e la Manifattura Rometti di Umbertide (PG) di cui cura l’archivio storico. Scrive stabilmente per le riviste “Contemporart” ed “Hestetika” e collabora con la rivista “La ceramica moderna e antica”.

Marco Tonelli. Curatore della mostra “Piero Raspi: dalla luce al colore. Dipinti 1955-2005” è uno storico e critico d’arte. Dal 2019 è Direttore artistico di Palazzo Collicola e della Galleria d’Arte Moderna di Spoleto. È stato assessore alla Cultura e al Turismo per il Comune di Mantova, Caporedattore della rivista “Terzo Occhio”, Commissario inviti della XIV° Quadriennale di Roma e tra i curatori del 60° Premio Faenza presso il MIC. Attualmente insegna Storia dell’arte moderna e contemporanea presso l’Accademia di Belle Arti di Foggia e tiene regolarmente conferenze nazionali e internazionali sull’arte moderna e contemporanea.

Info:

Mostra: Piero Raspi: dalla luce al colore. Dipinti 1955-2005, fino al 6 febbraio 2022.

Orario:

Dal martedì alla domenica ore 9.00-19.00

24 e 31 dicembre 9.00-14.00

Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura

Giorni di chiusura: lunedì, 1° gennaio, 1 maggio e 25 dicembre

Biglietti: Consigliato il preacquisto online.

www.museivillatorlonia.it

www.museiincomuneroma.it

Per entrare al Museo: In ottemperanza a quanto stabilito dal Decreto Legge del 23 luglio 2021, n. 105, l’ingresso al Museo sarà consentito esclusivamente ai soggetti muniti di Green Pass. Attesa del proprio turno a distanza di sicurezza (almeno 1 mt). Misurazione temperatura con termoscanner (non è possibile accedere con temperatura uguale o superiore a 37.5°). Esibire il biglietto digitale o la stampa cartacea del print@Home senza passare dalla biglietteria.

Nel museo: Nel museo È obbligatorio l’uso della mascherina. Vietati gli assembramenti.

Giuseppe Longo