Arte, Micciche:
“Il Branco di Vitali diventi garanzia di legalità”

Palermo – “Rimasi colpito quando vidi l’opera di Vitali, “Branco”, con Maria Falcone, all’aula bunker, durante la commemorazione della strage di Capaci. Mi fu spiegato che quei cani rappresentavano l’idea del male, della ferocia che aveva aggredito Palermo e tutta la Sicilia durante gli anni delle stragi di Cosa Nostra. Oggi non è così. Mi piacerebbe che questo branco di cani venisse considerato la garanzia di legalità. Come se questi cani monitorassero la legalità, soprattutto a Palazzo Reale”. Cosi, il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè, durante la presentazione in Questura, dell’installazione il “Branco” di Velasco Vitali, sculture realizzate con materiali dell’edilizia abusiva, che questa mattina verranno trasportate dalla Questura a Palazzo Reale.