“Siate paladini di giustizia e pace”. Monsignor Pennisi benedice il Parlamento della Legalità Internazionale

Monreale (PA) – «E’ un sabato mattina e la giornata si presenta solare e luminosa. Nicolò Mannino e Salvatore Sardisco dopo una riunione in sede di Presidenza del Parlamento della Legalità Internazionale, con un gruppo di amici del movimento si recano presso il Palazzo Arcivescovile. Ad accoglierli monsignor Michele Pennisi, da sempre sostenitore e guida spirituale di questo movimento presente in tutta Italia e anche al Cairo, America e Costa D’Avorio. Ci si prepara per la celebrazione della Santa Messa, un modo inequivocabile per manifestare la propria fede e il coraggio dell’azione culturale che parte sempre sotto lo sguardo di “Maria Stella del Mattino”. Mons. Michele Pennisi, Arcivescovo di Monreale e guida spirituale del Parlamento della Legalità Internazionale, proprio perché da anni conosce e segue le innumerevoli attività culturali del movimento, dalla Cappella del Palazzo Arcivescovile ha esortato tutti i componenti di questa grande famiglia ad essere sempre più “Paladini di una cultura di Giustizia e di Pace” in questo particolare momento storico. L’occasione è stata la celebrazione Eucaristica a inizio delle attività del nuovo anno accogliendo due giovani del 7° Reggimento Alpini di Belluno che hanno chiesto di aderire al cammino culturale del Parlamento della Legalità Internazionale: si tratta del Caporal Maggiore Scelto Luca Paliotto e del militare Daniele Geloso. Un attestato di merito e riconoscimento è stato controfirmato per Ivan Barbitta, Vincenzo Russo (coordinatore del Centro Studi Formamentis) e per il Comandante del centro di rieducazione penale minorile “Malaspina” di Palermo, Francesco Cerami”. Sentiamo il dovere di ringraziare sempre e quotidianamente Dio – dice Nicolò Mannino – per tutto ciò che ci offre di vivere accanto a tantissimi amici che da anni seguono con zelo e passione il cammino di evangelizzazione a forma Parlamento della Legalità Internazionale”. Parte così il via, da questo singolare evento che ha visto lo staff di presidenza riunito intorno all’altare prima e poi a un cerchio di “amici” nel palazzo Arcivescovile di Monreale, il programma fitto di diversi appuntamenti che porterà i vari coordinatori culturali del Parlamento della Legalità Internazionale a organizzare momenti di riflessione con lo sguardo rivolto al XXX Anniversario delle stragi del 1992. “Sono diversi gli appuntamenti che ci attendono – dice Salvatore Sardisco – e noi siamo pronti a ripartire anche quest’anno certi che riusciremo a parlare al cuore di tanti per essere sempre più “sentinelle di Un’Alba nuova”.  Tra questi il confronto alla sala dei Gruppi Parlamenti di Montecitorio con i referenti delle diverse Ambasciate culturali, al Senato con il dibattito coordinato con il senatore Francesco Urraro, il festival della Legalità e della Gioia il 20 e 21 Maggio a Monreale e la stesura di un nuovo libro che vede già tantissimi studenti cooperare e scrivere sentimenti di speranza e di bellezza poiché un mondo votato all’odio, all’indifferenza e alla cattiveria non piace. I giovani, in casa Parlamento della Legalità Internazionale, sono il cuore e l’anima di ogni iniziativa. Loro, la voce di speranza che supera il muro di ogni violenza per far sapere a tutti che loro sono il presente della storia».

Giuseppe Longo