ROMAMOR a prima vista San Valentino 2022

Roma – Per la Festa degli Innamorati tanti appuntamenti per tutti alla scoperta di personaggi, aneddoti e luoghi inusuali della città. Iniziative previste nei Musei civici di Roma per San Valentino (13- 14 e 15 febbraio).


«Con un ricco e vario programma di “visite-racconto” alla scoperta di personaggi, episodi e aneddoti della storia della città e per tre giorni, dal 13 al 15 febbraio, cittadini e turisti, innamorati e non solo, potranno festeggiare la ricorrenza di San Valentino lungo le vie, nei musei e nei monumenti civici.

L’iniziativa è promossa da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturalinell’ambito del programma educativo “Patrimonio in Comune. Conoscere è partecipare”.Organizzazione e servizi museali a cura di Zètema Progetto Cultura.

Saranno narrati celebri amori: quello di Anita e Giuseppe Garibaldi al Museo della Repubblica Romana, quello di Paolo e Francesca al Museo Canonica e il leggendario sentimento tra Amore e Psiche ai Musei Capitolini e al Museo di Roma. Non mancheranno curiosità sull’amore ai tempi degli imperatori Flavi e sugli intrighi amorosi alla corte di Napoleone Bonaparte.

E ancora: dagli “amori senza confini” al Museo Pleistocenico di Casal de’ Pazzi fino a immergersi nel cuore di Roma con itinerari che ripercorrono processioni e promesse d’amore, storie di amori contrastati e le scie dei sospiri amorosi tra il re Numa Pompilio e la Ninfa Egeria.Il potere di Eros si farà sentire anche al Museo Barracco mentre al Museo di Zoologia saranno di scena… “amori bestiali”!

Le attività sono gratuite per tutti previa prenotazione allo 060608 (tranne che per il Museo Pietro Canonica dove la prenotazione è solo consigliata), sino a esaurimento dei posti disponibili. Ingresso ai siti archeologici e ai Musei secondo tariffazione vigente».

Domenica 13 febbraio

Ore 11.00

Museo della Repubblica Romana e Memoria Garibaldina

“Un amore che solca gli oceani: Giuseppe & Anita, la storia e il mito”

Max 20 partecipanti

Invito a riscoprire il grande amore che Anita e Giuseppe vissero, immersi in un mondo in grande fermento, tra battaglie e lotte per la libertà. Una passeggiata tra statue e cimeli all’insegna degli ideali e della passione per cui vissero i grandi eroi che oggi popolano il Gianicolo.

A cura di Mara Minasi e dei Volontari del Servizio Civile Universale.

Ore 16.00

Galleria d’Arte Moderna

Max 12 partecipanti

Stare insieme per fare arte. 8 spazi romani per la creatività”

Per la festa degli innamorati la Galleria d’Arte Moderna invita il pubblico a partecipare a un percorso emozionante tra le opere della mostra “Materia Nova”: un’occasione per esplorare diverse forme d’amore e di condivisione a partire dagli otto spazi creativi della città.

A cura di Daniela Vasta con i volontari del Servizio Civile Universale.

Ore 17.00

Museo Civico di Zoologia

“Amori bestiali” 

Max 10 partecipanti

Il variegato mondo animale offre molti spunti per parlare di una caratteristica che è comune solo agli esseri viventi: la riproduzione. Visita dedicata alle strategie che le specie mettono in atto per trovare il partner.

A cura di Carla Marangoni.

Lunedì 14 febbraio

Ore 14.30 

Area Archeologica dei Fori Imperiali

San Valentino ai Fori Imperiali”

Max 25 partecipanti

In occasione della Festa degli Innamorati un’archeologa e una storica dell’arte della Sovrintendenza Capitolina accompagneranno i visitatori in una passeggiata all’interno dell’area archeologica, raccontando la storia di amori celebri vissuti sullo sfondo dei Fori Imperiali. 

A cura di Nicoletta Bernacchio e Antonella Corsaro. 

Ore 16.00

Museo dei Fori Imperiali – Mercati di traiano

L’amore ai tempi degli imperatori: i Flavi e gli Ulpi

Max 15 partecipanti

Gli amori ai tempi degli imperatori eranotanti! Le fonti storiche ricordano mogli legittime e amanti, adulteri e ripudi, amori proibiti per ragioni di stato ed esempi di fedeltà. Ne parleremo nell’incontro davanti ai due bellissimi ritratti identificati come i genitori di Traiano, non mancate!

A cura di Maria Paola Del Moro.

Ore 17.00

Musei Capitolini

Abbraccio d’amore a Palazzo Nuovo: il mito di Amore e Psiche” 

Max 10 partecipanti

Archeologia e mito ci porteranno a scoprire una tra le più note storie d’amore che il mondo antico ci abbia trasmesso, quella tra Amore e Psiche, ricordandone origine, rappresentazione e fortuna.

A cura di Paola Antonelli.

Ore 17.00 on line

Museo di casal de’ Pazzi

Amori senza confini nel Pleistocene”

Un racconto insolito di incontri e scambi tra specie umane diverse la cui unione, avvenuta decine di migliaia di anni fa, ha lasciato importanti tracce anche nell’unica specie umana ancora vivente: Homo sapiens. Per saperne di più sulle nostre intricatissime radici risalenti al “melting-pot” del Pleistocene.

A cura di Letizia Silvestri

Itinerari nel… cuore di Roma

A cura della Sovrintendenza Capitolina con Zètema Progetto Cultura.

Ore 11.00

L’Ortaccio di Campo Marzio. La contrada dell’amore mercenario

Max 20 partecipanti

Alla scoperta della contrada dell’Ortaccio, luogo di incontri clandestini e meretrici senza scrupoli: un vero e proprio ghetto, voluto da papa San Pio V. Un viaggio nella Roma cortigiana tra testimonianze letterarie e ricostruzioni storiche per svelare gli amori venali e il cuore profano della sacra Urbe.

Appuntamento:piazza Augusto Imperatore, retro della chiesa dei Santi Ambrogio e Carlo al corso, statue dei Santi.

Ore 12.00 e ore 12.45 

I sepolcri di via Statilia: una “Beautiful” nella Roma antica

Due turni da Max 5 partecipanti

I nomi tracciati sul tufo del proprio monumento funebre possono servire per ricostruireuna storia di gente comune: un uomo, sua moglie, la loro schiava. Un intreccio di rapportiumani e di sentimenti che suggerisce storie non così lontane da una moderna“soap opera”.

Appuntamento:via Statilia, angolo via di S. Croce in Gerusalemme.

Ore 13.00

Ponte Milvio. Battaglie, parate, processioni e promesse d’amore

Max 20 partecipanti

Alla scoperta di Ponte Milvio attraverso epigrafi, elementi decorativi, stampe e disegni che ne documentanole vicende dalle origini ad oggi.Negli ultimi anni il ponte è diventato luogo di promesse d’amore affidate a lucchetti e messaggi amorosi che creano nuovi e insidiosi problemi di conservazione.

Appuntamento:torretta del ponte, lato via Capoprati, viale di Tor di Quinto.

Ore 14.00

Il canto, la filosofia, la religione, l’amore: Egeria e Numa Pompilio

Max 20 partecipanti

Nell’area compresa tra viale delle terme di Caracalla e piazzale Numa Pompilio, gli autori antichi collocano la scena dei fatti che videro protagonista l’amore tra la ninfa Egeria e il secondo re di Roma Numa Pompilio. L’itinerario seguirà le tracce dei luoghi segreti dei loro incontri nei boschi che popolavano l’area nell’antichità.

Appuntamento:piazza di Porta Capena, angolo viale Aventino, lato F.A.O.

Ore 15.00

Storie di zitelle e malmaritate nel rione Pigna

Max 20 partecipanti

Dal rifugio delle malmaritate che trovavano accoglienza alla Confraternita delle convertite di S. Marta, alla chiesa di S. Maria sopra Minerva dove si svolgeva la processione delle ammantate per dotare le ragazze povere che altrimenti rischiavano di non sposarsi e senza “sostegno didoversi prostituire”.

Appuntamento: piazza del Collegio Romano, davanti alla ex chiesa di S. Marta.

Martedì 15 febbraio

Ore 11.30

Museo Pietro Canonica

Paolo e Francesca. Dalla Divina Commedia una grande storia d’amore

Max 10 partecipanti

L’Abisso, 1909, marmo. Avvinghiati l’uno all’altra in un abbraccio d’amore tormentato, i due amanti non smettono di abbracciarsi malgrado siano affacciati sull’orlo dell’abisso. Sembra che questa opera evochi la dolorosa vicenda di Paolo e Francesca, i due amanti più famosi della Divina Commedia.

A cura di Carla Scicchitano.

Ore 14.45

Museo Scultura Antica Giovanni Barraco

Sotto il dominio di Eros: i soggiogati, le vittime, i ribelli

Max 15 partecipanti

Un percorso trasversale attraverso il tempo e le più diverse produzioni artistiche esposte in Museo, che, insieme, consentono di rintracciare la figura e l’azione di questa misteriosa e onnipotente divinità.

A cura di Anna Maria Rossetti.

Ore 16.00 

Museo di Roma

Amore e Psiche: una favola per l’Amore Universale

Max 15 partecipanti

Attraverso i vetri della collezione Paoletti, ripercorriamo insieme la favola di Amore e Psiche con il suo profondo significato archetipico. Scopriremo come questo tema iconografico abbia lasciato la sua impronta nella cultura artistica europea, raggiungendo la sua massima diffusione nelle collezioni di glittica del secolo XIX. 

A cura di Alessandra Cicogna e Giulia Macaluso. 

Ore 16.30

Museo Napoleonico

Bonaparte in love”: amori e intrighi alla corte imperiale

Max 15 partecipanti

“Al cuor non si comanda”… certo, ma nell’Ottocento non si era così liberi di seguire i propri sentimenti. Il Napoleonico propone per S. Valentino una visita a più voci tematica e partecipata alla scoperta di amori, intrighi, matrimoni, tradimenti e passioni dei Bonaparte.

A cura di Laura Panarese e delle Volontarie del Servizio Civile Universale.

Info:

Telefono: 060608 (tutti i giorni ore 9.00 – 19.00)

Prenotazione obbligatoria

(solo consigliata al Museo Pietro Canonica)

La prenotazione della visita e del biglietto viene effettuata allo 060608; il pagamento del biglietto, laddove previsto secondo tariffazione, potrà essere effettuato sul posto

Web:

www.sovraintendenzaroma.it

www.museiincomune.it

Ph.

“Statua di Amore e Psiche”, da un originale greco del II secolo a.C., marmo, Musei Capitolini, Palazzo Nuovo.

Charles de Chatillon, “Zenaide e Carlo Luciano Bonaparte”, 1823, matita su carta, Museo Napoleonico

Pietro Canonica, “L’Abisso” (part.), 1909, marmo, Museo Pietro Canonica

Particolare con esemplari di insetti, Museo Civico di Zoologia

Giuseppe Longo

L’Abisso
Particolare con esemplari di insetti
Gruppo di Amore e Psiche, lato sx part., inv. S 408
Zenaide e Carlo Luciano Bonaparte