“Rail Safe Day”. Operazione della Polizia di Stato nelle principali stazioni ferroviarie della Sicilia

Palermo – 558 persone controllate, 96 siti ferroviari ispezionati, di cui 76 stazioni, una sanzione elevata, 93 gli operatori della Polizia ferroviaria della Sicilia impegnati nella seconda Operazione “Rail Safe Day”, svoltasi ieri e disposta, su tutto il territorio nazionale, dal Servizio Polizia Ferroviaria al fine di individuare comportamenti scorretti in ambito ferroviario che pregiudicano la sicurezza della circolazione e degli utenti.

Al vaglio degli agenti le condotte improprie da parte dell’utenza come l’attraversamento dei passaggi a livello con le sbarre chiuse, il mancato utilizzo dei sottopassaggi, il superamento della linea gialla in attesa dei treni e, più in generale, la mancata osservanza delle regole vigenti negli impianti ferroviari.

A Trapani, uno studente minorenne, che ha attraversato imprudentemente i binari all’interno della locale stazione, è stato sanzionato dagli agenti che lo hanno messo in guardia anche sui pericoli derivanti dalla sua condotta.

A Palermo, durante i controlli, la Polfer ha rintracciato 6 minori, eritrei e tunisini, intenzionati a salire su un treno diretto nella capitale nonostante fossero privi di documenti e di greenpass. I giovani, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono stati affidati a due diverse comunità siciliane.