PAS Trio inaugura lo Jonia Jazz Festival

Giarre (Ct) – Il 25 marzo, al Teatro Garibaldi di Giarre concerto di debutto della prima edizione della rassegna organizzata dall’associazione Musikante e diretta artisticamente da Antonio Petralia. La formazione dello stesso Petralia alla batteria, con Alberto Alibrandi al pianoforte e Fabrizio Scalzo al contrabbasso, presenterà l’album d’esordio “It’s a secret”

Teatro Garibaldi – Giarre, 25 marzo, € 15

www.musikante.eu

Sarà la formazione etnea PAS Trio – formata dal batterista Antonio Petralia, dal pianista Alberto Alibrandi e dal contrabbassista Fabrizio Scalzo – a dare il via, venerdì 25 marzo, alle ore 21, alla prima edizione dello Jonia Jazz Festival, una stagione di otto concerti organizzato al Teatro Garibaldi di Giarre e suddivisa in due sessioni: una primaverile dal 25 marzo al 27 maggio, ed una autunnale che si svolgerà, dopo la pausa estiva, da settembre a dicembre. La rassegna, organizzata dall’Associazione culturale Musikante diretta dallo stesso Petralia – noto batterista jazz e organizzatore di eventi come Ursino Jazz Festival, Battiati Jazz Festival, Gravina in jazz e Milo jazz & wine festival, solo per citarne alcuni – ospita sia talenti nostrani che nomi di caratura internazionale, per la felicità dei jazzisti più incalliti, ma non solo.

PAS Trio – “It’s a secret”

It’s a secret” è il titolo del primo disco del PAS Trio – dalle iniziali di Antonio Petralia batteria, Alberto Alibrandi pianoforte, e Fabrizio Scalzo contrabbasso -, uscito nel 2020, title track dall’omonimo brano di Alberto Alibrandi che firma altri due brani dell’album, “Tango per Gisa” e “Ombre cinesi”. Numerosi gli omaggi raccolti dai tre musicisti nell’album, registrato dal vivo. Due i brani di musicisti siciliani inseriti, come “Katuscha” del pianista palermitano Riccardo Randisi e “Zahara” della cantante e compositrice nissena Daniela Spalletta. Alibrandi ha curato gli arrangiamenti di tutto il disco, che comprende brani di grande atmosfera come “Sail away” di Tom Harrel, “Duke Ellington’s Sound of Love” di Charles Mingus, “La champagne” di Michel Petrucciani, “Ladies in Mercedes” di Steve Swallow e la celeberrima “’Round Midnight” di Thelonious Monk che sul disco vede come guest alla voce Licia Mazzamuto.

Per questo concerto inaugurale dello Jonia Jazz festival, il PAS trio, oltre le 10 tracce del disco, suonerào anche altri brani nuovi di Alibrandi, come “I remember Burt”, un chiaro omaggio al genio di Bacharach, e di Petralia come “Tita’s Changes”, una variazione dei rhythm changes del jazz con dedica personale alla moglie Agata.

PAS Trio è una formazione nata nel 2019 che ha dovuto un po’ subire il destino degli ultimi due anni, quando lo scoppio della pandemia, a disco appena uscito, bloccò ogni tipo di promozione ed anche una tournée a Shangai, in Cina. «E’ una formazione improntata sul classicismo che Alibrandi, uno dei pianisti più sensibili che abbiamo in Sicilia, riesce a infondere in un piano trio jazz – commenta Antonio Petralia -. Alberto è un musicista capace di tenere una barra dritta nello swing mantenendo quel linguaggio classico che rende l’ascolto molto piacevole».  I tre musicisti e compositori stanno lavorando a brani nuovi che andranno a finire in un nuovo album che potrebbe vedere la luce entro la fine di quest’anno.

Gli altri concerti dello Jonia Jazz festival al Teatro Garibaldi di Giarre

Venerdì 29 aprile Julian Oliver Mazzariello, pianoforte, Enzo Pietropaoli contrabbasso e Alessandro Paternesi batteria; venerdì 13 maggio Giovanni Mazzarino pianoforte e Daniela Spalletta, voce, presentano l’album “Sikania”; venerdì 27 maggio Simona Trentacoste 5et con Simona Trentacoste voce, Carla Restivo sax, Giovanni Conte pianoforte, Fulvio Buccafusco contrabbasso e Luca Trentacoste batteria. 

Da settembre a dicembre, con date da definirsi, suoneranno il quartetto del sassofonista Enzo Favata con il progetto “The Crossing”, l’Atomic Bass Trio che riunisce musicisti internazionali e celebra l’unione di Italia e Giappone; l’Urban Fabula Trio (Sebi Burgio al pianoforte, Alberto Fidone al contrabbasso e Peppe Tringali alla batteria) e l’Orchestra dei Due Mari, formazione che nasce dall’unione di un quintetto jazz con un trio di archi che esegue le composizioni originali di Francesco Scaramuzzino e Antonio Petralia arrangiate dal Maestro Roberto Martinelli, che ne cura la direzione musicale.

 
Informazioni

Jonia Jazz Festival

Direttore artistico Antonio Petralia

Coordinamento Maria Parisi, Agata Ragusa, Raimondo Galati, Salvatore Pennisi

Teatro Garibaldi, via Garibaldi 30/a – Giarre (Ct)

Inizio concerti ore 21

Biglietti e abbonamenti
Abbonamento a n. 4 concerti: 40 euro
Biglietti: intero 15 euro, ridotto 10 euro
Convenzionato con 18app e Carta del Docente

Prevendite https://www.diyticket.it/