Le Trame Mediterranee di Gaspare Occhipinti a Palazzo Riso

Palermo – “Lacerazioni, maree, fuochi “ e’ il titolo della mostra che Gaspare Occhipinti, artista poliforme e docente al liceo artistico Catalano presenta alla Galleria di Palazzo Riso rinnovando un lungo connubio artistico tra Scuola e Museo.

La mostra presentata dall’assessore regionale Alberto Samona’, dal direttore del museo Luigi Biondo, che ha voluto fortemente l’evento, e dal critico d’arte Aldo Gerbino restera’ aperta fino al 24 aprile.

Un esasperato verticalismo spinge l’autore a declinare la sua passione per il paesaggio “rastremato e frammentato” del Mediterraneo ponendolo in varie forme ….ad olio, argilla, ferro, juta e da cui traspare una rarefazione di linguaggio artistico già’ vista in Rotella ma che qui’ assume una dimensione didattica.

L’artista di origine trapanese dopo un lungo peregrinare in scuole e accademie propone col concorso dei suoi allievi una propria visione della Storia con opere come ” la Corte di Federico II ”,” la processione dei Misteri ”,” Il Vespro siciliano ” che disegnano il quadro di una Sicilia mediterranea , espressione onirica di forme botaniche e geologiche che si stagliano all’orizzonte!

Paesaggi fantastici certamente che si nutrono tuttavia di lacerazioni e rarefazioni che la tecnica dell’artista richiama ma che rinviano alla realtà e con essa si compenetrano nella suggestione dell’eterna Pantalica autoctona e universale!

Le installazioni piu’ grandi dell’artista si prestano certamente a occupare luoghi della memoria come gia’ per le opere di Fiumara d’Arte e MitoraJ ma far capire ai gestori delle aree archeologiche l’importanza dell’arte contemporanea e’ cammino arduo!

Claudio Paterna