Al MUSE il primo Planet Party

Trento – Al MUSE il primo Planet Party. Tra specie minacciate, cambiamenti climatici e visioni di futuro si sperimenta la sostenibilità. Domenica 24 aprile 2022, dalle 15.00 alle 19.00. MUSE – Museo delle Scienze, Trento. Ingresso al museo a tariffa ridotta di 7 euro, prenotazioni su Ticketlandia.

https://www.ticketlandia.com/m/muse-trento

«La Galleria della Sostenibilità, il rinnovato piano del museo dedicato all’Agenda 2030, lancia il primo “Planet party”. Visite guidate, particolari “cacce al futuro”, corti cinematografici e laboratori di street art animeranno le sale espositive per scoprire come affrontare insieme le grandi sfide planetarie: dalla perdita di biodiversità al contrasto del cambiamento climatico, dalla lotta ai rifiuti alla riduzione dei consumi energetici.

“L’equilibrio del Pianeta è fragile ma ognuno di noi può fare molto per costruire il futuro che immaginiamo, desideriamo, realizziamo”. Con queste parole la giovane protagonista del video-trailer della Galleria della Sostenibilità, inaugurata lo scorso ottobre al MUSE, lancia un appello rivolto a tutti noi.

Partendo da quell’appello, domenica 24 aprile 2022, dalle 15.00 alle 19.00, il MUSE – Museo delle Scienze, in partnership con gli sponsor della Galleria della Sostenibilità, propone il primo “Planet party”, un pomeriggio di attività dedicate ai principali fattori del cambiamento globale in atto con l’obiettivo di indagare in modo curioso e interattivo le soluzioni per mitigare il nostro impatto sulla Terra.

In collaborazione con Lavazza Group, che nello stesso pomeriggio proporrà al Museo Lavazza di Torino il laboratorio educativo per bambini e famiglie Disegna il tuo TOward”, Trento si allea con il capoluogo piemontese per un unico obiettivo: far conoscere gli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU. Al MUSE, a partire dalle 15.00, prenderà il via “Pixel Art. Disegna il tuo TOward”, un laboratorio ideato insieme a Lavazza, Title Sponsor della nuova Galleria, dove street art e informatica si mescolano per trovare un modo alternativo nel comunicare i temi della sostenibilità.

Tra le altre proposte a tema ecologico: la “Caccia al futuro”, percorso a tappe in collaborazione con ITAS Mutua per capire come rendere il futuro più sostenibile, il laboratorio di “Elettrotinkering”, in collaborazione con Terna, per testare l’abilità dei partecipanti tra led e circuiti nell’ottica di trasferire l’energia elettrica in maniera sempre più pulita, e “Realizza il tuo obiettivo”, attività creativa per scoprire le piccole buone azioni da mettere in pratica ogni giorno. Si parlerà inoltre di “Black Carbon” con una serie di esperimenti e racconti multimediali proiettati sulla Sfera NOAA per seguire il viaggio di una particella microscopica di carbonio prodotta da varie parti del globo fino ai ghiacci del Polo Nord.

La perdita di biodiversità, uno dei problemi più allarmanti dei nostri giorni, sarà al centro di due attività: “Planet Routine”, con un focus sulle principali cause e le conseguenze a livello planetario di questa crisi, e “Souvenir illegali”, un corner per vedere, toccare con mano e scoprire la storia di alcuni reperti CITES, la Convenzione sul Commercio internazionale delle specie di flora e fauna minacciate di estinzione.

In collaborazione con il Trento Film Festival, che quest’anno festeggia i 70 anni di storia, è in programma “Trento Film Festival for Future”, la proiezione di corti cinematografici che, con un linguaggio visivo accattivate, faranno luce sui grandi temi ambientali connessi a biodiversità e cambiamento climatico.

Ci sarà spazio anche per i “Planet Quiz”, sfide a colpi di click per conoscere alcune buone pratiche aziendali che il museo ha adottato, e alle visite guidate alla Galleria della Sostenibilità e alla mostra “2050 Come ci arriviamo? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per tutti”. Per i più piccoli (3-6 anni) è pensata l’attività organizzata nell’Area Maxi Ooh! “Rifiuto dove ti metto?”, per capire insieme dove gettare gli scontrini, i giocattoli di plastica o il cartone della pizza ed effettuare così una corretta raccolta differenziata.

Infine, tutti i bambini partecipanti al Planet Party riceveranno, in omaggio, una bag Esselunga contenente prodotti della linea Che Joy, dedicata ai più piccoli.

Tutte le attività sono comprese nel biglietto d’ingresso al museo che, per l’occasione, avrà tariffa ridotta:7 euro, per un genitore con figli minorenni.

Prenotazione su Ticketlandia, a partire da domenica 17 aprile 2022».

La Galleria della Sostenibilità

Un piano per la sostenibilità” è il nome dello spazio espositivo che il MUSE – Museo delle Scienze di Trento ha dedicato ai principali fattori del cambiamento globale in atto, dalla questione climatica alla perdita di biodiversità, dall’aumento della popolazione mondiale alla lotta alle disuguaglianze sociali.

Il nuovo spazio espositivo – inaugurato il 4 ottobre 2021 – esplora i molteplici futuri del nostro pianeta. Affrontate la sfida della sostenibilità richiede approcci sistemici, anticipanti e maggiore conoscenza: questi elementi possono aiutarci a capire che le nostre sfide di cittadini di una comunità globale sono profondamente interconnesse.

MUSE Museo delle Scienze, C.so del lavoro e della scienza 3, Trento

Info: www.muse.it

La Nuova Galleria della Sostenibilità è realizzata in collaborazione con ASviS – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, il Salone della CSR e dell’innovazione sociale e Lavazza Group, Title Sponsor della Galleria.

Le aziende che hanno affiancato il MUSE nell’ideazione della Goal Zero Area sono: Main Sponsor – Brembo, Esselunga, ITAS Mutua, Levico Acque, Zobele Holding Special Sponsor – BPER Banca, Fastweb, Terna, Zordan.

Si ringraziano: Italscania, Hörmann Italia, Birra Forst Media.

Partner: IGPDecaux

Giuseppe Longo