Pellicane e Schìrripa, “Potere al Popolo!”: «Contro di noi attacchi strumentali. Il centrosinistra paga il prezzo dell’operato della attuale amministrazione»

Palermo – «Riceviamo – dichiarano Tony Pellicane e Francesca Schìrripa, entrambi capolista della lista “Potere al Popolo!” che sostiene la candidatura a Sindaca di Rita Barbera – l’accusa che la nostra presenza faciliterebbe la vittoria del centrodestra perché il voto indirizzato a noi viene “rubato” alle file dello schieramento di centrosinistra. Uno dei nostri obiettivi è quello di convincere quanti hanno deciso da anni di astenersi perché non rappresentati. Uno dei nostri obiettivi è quello di convincere l’elettorato che oggi un’alternativa è possibile grazie a “Potere al Popolo!” e quindi vale la pena esprimere il proprio voto».

«Quello nei nostri confronti è un voto utile, anzi utilissimo – proseguono Pellicane e Schìrripa – perché non è basato sulle solite logiche di potere partitico più interessato al poltronificio elettorale che non al bene della cittadinanza e alla risoluzione dei problemi che la affligge. Il voto per “Potere al Popolo!” rappresenta un’espressione di pluralismo e di democrazia partecipata. Abbiamo scelto di presentare la nostra lista nelle prossime elezioni amministrative perché è più che mai necessario portare nel Palazzo le istanze degli ultimi, dei più fragili, di quella fascia di popolazione palermitana che non ha una casa e quindi un futuro né per sé né per i propri figli. Tutte problematiche che la compagine di centrodestra e quella di centrosinistra hanno dimostrato, sia con l’amministrazione Cammarata sia con quella Orlando, di non avere a cuore.

Una grossa parte dell’elettorato non è soddisfatta dei (non) risultati ottenuti dall’attuale amministrazione. Non è soddisfatta di come le decisioni siano state prese senza tenere conto sia di quanto serva davvero alle cittadine e ai cittadini palermitani, sia perchè sono stati esclusi da un modello partecipativo e consultivo che avrebbe permesso loro di sentirsi parte delle scelte e, conseguentemente, delle decisioni che non sarebbero così “calate dall’alto” e incomprensibili».

«Ci sono migliaia di famiglia palermitane – continuano Pellicane e Schìrripa – che aspettano da troppo tempo una soluzione ai loro problemi, problemi che oggi sono considerati emergenze. L’incapacità di risposte pronte da parte dell’attuale amministrazione comunale, ha portato all’incancrenimento dei problemi e alla loro non soluzione. Forse su questo dovrebbe riflettere e interrogarsi il centrosinistra e riuscirebbe così a scoprire i veri motivi dell’annunciato collasso elettorale che sta temendo».