La Cisl Fp solidarizza con il dipendente comunale aggredito

Santa Croce Camerina (Rg) – “Una vicenda semplicemente assurda. Rispetto a cui esterniamo la massima solidarietà al dipendente comunale coinvolto. Ancora oggi ci troviamo a fare i conti con situazioni del genere che ci fanno comprendere come, in determinati ambiti, ci siano ancora numerosi passi in avanti da compiere nel rispetto delle funzioni proprie di chi è delegato a seguire un determinato iter. Stigmatizziamo chi agisce pensando che ci troviamo nel bel mezzo del Far West e che si possano fare valere le proprie ragioni, qualunque siano, aggredendo un dipendente comunale”. Così il segretario generale della Cisl Fp Ragusa Siracusa, Daniele Passanisi, in uno con la segretaria territoriale Sandra Farruggio, a proposito dell’aggressione del dipendente comunale di Santa Croce Camerina, nella fattispecie il Rup del progetto del canale di gronda, in via Matteotti, dove allo stato attuale insistono i lavori di costruzione dell’opera suddetta, aggressione che ha suscitato grande scalpore. “Bene ha fatto il sindaco di Santa Croce Camerina – continua il sindacato – a prendere subito le distanze e a condannare l’autore di questo esecrabile gesto. Lo stesso facciamo noi non prima di avere evidenziato che non è possibile che il personale comunale, nell’esercizio delle proprie funzioni, veda mettere a repentaglio la propria incolumità per motivi che possono essere benissimo discussi in maniera civile. Manifestiamo la nostra piena solidarietà al dipendente e invitiamo l’amministrazione comunale a tutelare il più possibile il proprio personale nell’esercizio delle funzioni svolte a sostegno e a supporto della crescita dell’ente e della realtà urbana di riferimento”.