Piano europeo di lotta contro il cancro: la Commissione avvia i lavori a livello dell’UE per affrontare il diritto all’oblìo

Bruxelles – In occasione della settimana europea contro il cancro la Commissione ha pubblicato uno studio sull’accesso ai prodotti finanziari per le persone che sono state colpite dal cancro –  il cosiddetto “diritto all’oblìo” – nell’UE, e ha delineato le prossime tappe nell’ambito del piano europeo di lotta contro il cancro.

Lo studio evidenzia un ampio sostegno alle politiche a livello dell’UE volte a garantire un accesso equo a prodotti come assicurazioni sulla vita, prestiti o crediti, tra cui le iniziative di sensibilizzazione o per il miglioramento dello scambio di conoscenze, esperienze e pratiche nonché gli aggiornamenti periodici dei dati scientifici.

L’impatto dell’azione dell’UE deve al contempo tener conto dei diversi approcci normativi e di autoregolamentazione in atto nell’Unione. In futuro la Commissione avvierà lavori più approfonditi per raccogliere ulteriori dati e approfondimenti e incoraggiare il dialogo tra le autorità nazionali, i pazienti e il settore finanziario al fine di istituire il primo codice di condotta dell’UE entro l’inizio del 2024.

Stella Kyriakides, Commissaria per la Salute e la sicurezza alimentare, ha dichiarato: “La qualità della vita e la parità di trattamento sono diritti fondamentali di ogni paziente. Gli ostacoli che i sopravvissuti al cancro spesso incontrano nell’accesso ai servizi finanziari e ad altri settori della loro vita sono inaccettabili. Con il piano europeo di lotta contro il cancro stiamo avviando, per la prima volta a livello dell’Unione, azioni volte a garantire un accesso equo ai servizi finanziari per il crescente numero di persone che sono state colpite da un cancro in remissione a lungo termine. Alcuni Stati membri hanno già legiferato per tutelare il “diritto all’oblio” dei pazienti, dimostrando che è possibile garantire che la realtà stia al passo con il progresso medico. Lavorando in squadra possiamo trovare soluzioni praticabili che consentano a chi è sopravvissuto al cancro di vivere una vita senza discriminazioni e ostacoli iniqui.”

Mairead McGuinness, Commissaria per la Stabilità finanziaria, i servizi finanziari e l’Unione dei mercati dei capitali, ha aggiunto: “È importante collaborare con il settore finanziario per migliorare i servizi offerti a coloro che sono stati colpiti dal cancro o che sono guariti.”