Comune di Catania. La soddisfazione della Ugl per il trasferimento, dalla gestione liquidatoria alle casse dell’ente, delle somme degli arretrati per i dipendenti. “Accolta la nostra battaglia di principio”

Catania – Sulla notizia del trasferimento, da parte dell’Organismo straordinario di liquidazione del Comune di Catania all’Amministrazione comunale, delle somme relative agli arretrati da riconoscere ai dipendenti per gli anni 2017 e 2018, interviene con una nota la Ugl di Catania. “Siamo soddisfatti per questo atto, consequenziale al chiarimento trasmesso lo scorso 16 maggio dal Ministero dell’Interno a Palazzo degli Elefanti, che chiude una vertenza lunga e complicata – dicono il segretario della federazione provinciale della federazione Ugl Autonomie Maurizio Maccarrone e gli Rsu eletti Carmelo Bisignani, Santo Fazio, Carlo Giammona Indaco e Gaetano Settembrino. Dopo quasi quattro anni i lavoratori del Comune di Catania si vedranno riconoscere in busta paga il salario accessorio determinato con i contratti decentrati integrativi approvati a dicembre 2018 e ad agosto 2019, quali creditori privilegiati nell’ambito della gestione liquidatoria dovuta al dissesto economico – finanziario dell’ente. Diamo atto all’Osl di aver recepito tempestivamente quanto disposto dal Ministero e di aver ascoltato le nostre rivendicazioni, seguite attentamente anche dall’Amministrazione che, come assicurato dal sindaco facente funzioni Roberto Bonaccorsi, curerà adesso la fase di pagamento. Vogliamo ringraziare – concludono gli esponenti della Ugl – tutti i lavoratori del Comune che, fino ad oggi, con grande pazienza hanno atteso questo momento e ci hanno sostenuto in questa battaglia di principio.”