Questore sospende attività pub per 30 giorni

Palermo – Il Questore della provincia di Palermo ha sospeso per trenta giorni la Segnalazione Certificata di Inizio Attività rilasciata dal Comune di Palermo e l’analogo titolo per la somministrazione di alimenti e bevande al pub Las Palmas, nella nota zona della “Champagneria”, quest’ultimo tradizionale “epicentro” della movida giovanile.

Il provvedimento adottato, ex articolo 100 T.U. delle leggi di P.S., prende le mosse dalla ricostruzione dei disordini e dalla violenta gazzarra inscenata da una ventina di giovani che lo scorso fine settimana è sfociata in una rissa a due passi dal teatro Massimo.

Le indagini su quanto accaduto, confluite in una puntuale istruttoria dei poliziotti della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale della Questura, hanno verificato come i tafferugli su strada siano stati, in sostanziale linea di continuità, una naturale prosecuzione di quanto iniziato ad accadere già all’interno del pub.

E’ anzi emerso che, nelle fasi più concitate della rissa, alcuni avventori terrorizzati dalle minacce ricevute abbiano trovato rifugio nei bagni del locale senza che il titolare dell’esercizio commerciale abbia avvisato le Forze dell’Ordine di quanto stesse accadendo e che altri corissanti si siano spostati all’esterno del locale, mettendo a soqquadro gli arredi esterni, utilizzati addirittura come oggetti contundenti.

Sulla scorta della considerazione che quanto accaduto, oltre che i pericoli e le violenze descritte per i corissanti, ha generato analoghi rischi per i tanti giovani frequantatori dei luoghi della movida che avrebbero potuto, anche involontariamente, rimanere coinvolti, il Questore è intervenuto adottando una misura, quella della sospensione, volta alla tutela dell’ordine pubblico e ad innalzare il livello di prevenzione dell’illegalità e delle situazioni di pericolo per la sicurezza pubblica all’interno e nelle immediate vicinanze degli esercizi pubblici, in una zona particolarmente frequentata da giovani.

Il provvedimento è già stato notificato dai poliziotti della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale.