Palazzo Madama – Maria Giovanna Battista di Savoia – Nemours. Stato, Capitale, Architettura

Torino – Maria Giovanna Battista di Savoia – Nemours. Stato, Capitale, Architettura – Lunedì 27 giugno ore 16.45 – Palazzo Madama.

«Maria Giovanna Battista di Savioia-NemoursStato, Capitale, Architettura.Presentazione del volume a cura di Chiara Devoti.Politecnico di Torino – DIST e direttore Scuola di Specializzazione. Palazzo Madama – Sala Feste.Lunedì 27 giugno 2022ore 16.45».

Intervengono

Andrea Bocco, direttore del Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio (DIST)


Andrea Merlotti, direttore del Centro studi del Consorzio delle residenze reali sabaude


Costanza Roggero, già Politecnico di Torino – DIST e Comitato scientifico del Polo Reale di Torino 


Chiara Devoti, Politecnico di Torino – DIST e direttore Scuola di Specializzazione 

Modera

Giovanni Carlo Federico Villa, direttore di Palazzo Madama

Palazzo Madama – Museo Civico d’Arte Antica propone, lunedì 27 giugno alle ore 16.45, la presentazione del volume, a cura di Chiara Devoti, Maria Giovanna Battista Di Savoia-Nemours. Stato, Capitale, Architettura, Leo S. Olschki Editore, 2021.

Il volume è compreso nella collana La civiltà delle corti del Centro studi del Consorzio delle Residenze Reali Sabaude.

«Rileggere la figura di Maria Giovanna Battista di Savoia-Nemours, seconda Madama Reale di Casa Savoia, può sembrare a primo acchito concessione a una “moda” inaugurata qualche anno orsono da una importante mostra e da alcune pubblicazioni di ampio respiro, destinate per prime a riportare all’attenzione la personalità complessa delle Reggenti alla corte sabauda. Tuttavia, non solo eco di un processo di “riappropriazione” della cosiddetta ‘età delle reggenze’ vuole essere questo volume affidato alla competenza di trenta autori, quanto principalmente l’assunzione di un programma che mira a riportare alla giusta attenzione il ruolo fondamentale, svolto da Maria Giovanna, di preparazione dello Stato alle riforme volute dal figlio, per il quale aveva assunto il ruolo di «Madre e Tutrice».  

Gli aspetti legati alla committenza, architettonica soprattutto, ma non esclusivamente, insieme alla gestione della “macchina” dello Stato, comprese le riforme programmatiche – troppo di sovente attribuite tout-court alle decisioni di Vittorio Amedeo II senza valutare il ruolo preparatorio e anticipatorio delle disposizioni della Duchessa – come le scelte amministrative necessitavano di una rilettura della documentazione archivistica e uno spoglio, se possibile scevro da qualsivoglia pre-giudizio, della bibliografia consolidata. Ne emerge rinsaldata l’ipotesi interpretativa di un ruolo tutto tranne che secondario assunto da Maria Giovanna Battista, accorta amministratrice, colta committente e femme forte».

Palazzo Madama, Sala Feste, Piazza Castello – Torino

Info:

Ingresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione facoltativa: Telefono: 011 4429629 (da lunedì a venerdì, orario 9.30-13.00 e 14.00-16.00)

E-mail: madamadidattica@fondazionetorinomusei.it

Scopri di più:

https://www.palazzomadamatorino.it/it/eventi-e-mostre/maria-giovanna-battista-di-savoia-nemours-stato-capitale-architettura

Giuseppe Longo