S. Giovanni Battista, oggi e domani i momenti cruciali della festa dedicata al protettore

Chiaramonte Gulfi (Rg) – Solennità del Sacro Cuore di Gesù e vigilia della solennità di San Giovanni Battista. Dopo che ieri è stata celebrata la giornata del volontariato, con la celebrazione eucaristica presieduta dal predicatore fra’ Antonino Catalfamo ofm e animata da tutte le associazioni cittadine, oggi, a Chiaramonte, ci si prepara per la solennità del santo precursore che sarà celebrata liturgicamente, come di consueto, il 24 giugno, in quanto protettore della comunità cittadina e patrono della diocesi. Oggi, durante tutta la giornata, e fino alle 17, visita dei fedeli e recita del tradizionale “Rosario di San Giovanni”, con la benedizione delle vesti: i voti che i fedeli indosseranno in onore del santo protettore. Alle 8,30 ci sarà la celebrazione eucaristica presieduta dal sacerdote Graziano Martorana, alle 9,30 la santa messa presieduta dal sacerdote Filippo Bella. Alle 11 la celebrazione eucaristica presieduta dal parroco, il sacerdote Salvatore Vaccaro. Quindi, a mezzogiorno, solenne scampanio in tutte le chiese della città al suono della tradizionale marcia. Alle 17,30, tra le vie della città, suonerà a festa il corpo bandistico Vito Cutello, sostando nelle chiese di San Vito, San Filippo d’Agira e del Santissimo Salvatore. Alle 18,15, le autorità civili e militari, con il gonfalone della città, accompagnati dalla banda musicale, si recheranno dal palazzo di Città alla chiesa commendale per rendere omaggio al Battista. Sempre alle 18,15, la recita del Santo Rosario, coroncina di lodi a San Giovanni, canto dei primi vespri, esposizione del Santissimo Sacramento e benedizione eucaristica, santa messa della vigilia della solennità presieduta dal predicatore fra’ Antonino Catalfamo ofm. Sarà celebrata la nascita del Battista secondo il vetusto rito della “veglia” con la tradizionale “apertura” (svelata) della statua del Battista. Al termine, marce sinfoniche in piazza San Giovanni. Alle 22,30, in piazza Duomo, spettacolo musicale con il gruppo “Musica e magia” di Damiano Scollo. Come da tradizione, la chiesa commendale rimarrà aperta per tutta la notte. Domani, in occasione della solennità di San Giovanni Battista, protettore della città, alle 6 festoso scampanio, alle 6,30 celebrazione eucaristica detta “dell’Aurora” presieduta dal sacerdote Giovanni Filesi, alle 7,30 santa messa presieduta dal sacerdote Giuseppe Russelli, alle 8,30 celebrazione eucaristica presieduta dal parroco. Alle 9,30 il corpo bandistico Vito Cutello percorrerà le vie principali della città. Sempre alle 9,30, santa messa solenne per ricordare i confrati defunti mentre alle 10 si terranno le marce sinfoniche in piazza Duomo. Alle 11, solenne celebrazione eucaristica con panegirico presieduta da mons. Giuseppe La Placa, vescovo di Ragusa, alla presenza delle confraternite, delle autorità civili e militari. Al termine, il sindaco Mario Cutello rinnoverà la consacrazione della città al santo protettore accendendo la lampada davanti al simulacro e sarà donato un manufatto al Battista per devozione delle sorelle Concetta e Immacolata Pizzo, decedute di recente. Alle 12,30, ci sarà la celebrazione eucaristica presieduta dal sacerdote Marco Diara. Alle 14,30 il simulacro del Battista sarà portato a spalla al centro della chiesa per la venerazione, subito dopo saranno benedetti i bambini per intercessione del santo protettore. Alle 18 la confraternita di San Vito offrirà, come da tradizione, un certo al santo protettore. Alle 18,30 marce sinfoniche in piazza Duomo, eseguite dai corpi bandistici cittadini. Alle 19 la solenne celebrazione eucaristica presieduta dal predicatore, fra’ Antonino Catalfamo ofm. Alle 20 la “Sciuta” di San Giovanni Battista, protettore di Chiaramonte Gulfi. La venerata reliquia e il taumaturgo simulacro saranno accolti sul sagrato gremito di fedeli. Quindi, l’avvio della processione con la partecipazione del clero, di tutte le confraternite, con i loro caratteristici stendardi, delle autorità civili e militari di Chiaramonte Gulfi. Prevista la visita alle chiese di Santa Maria di Gesù, San Vito e San Filippo. Alle 23 l’entrata del precursore in piazza Duomo dove il predicatore traccerà in breve la figura del santo. Alle 23,30, l’entrata di San Giovanni nella propria chiesa.