“Chi sporca non vale una cicca”, a Marina di Ragusa campagna di sensibilizzazione in spiaggia

Ragusa – L’Anffas onlus Ragusa ha collaborato all’iniziativa promossa dalla Pro Loco Mazzarelli per sensibilizzare i fruitori delle spiagge di Marina a una maggiore sensibilità ambientale. In particolare, sono state realizzate delle sculture di sabbia che, collocate sull’arenile, servono a dissuadere chi si trova in questi splendidi posti a evitare di abbandonare i mozziconi di sigarette dove capita prima. “Il nostro intento – spiega la direttrice di Anffas onlus Ragusa, Salvina Cilia – è stato quello di dare vita, sfruttando le abilità dei nostri ragazzi grazie ai laboratori che periodicamente teniamo nella nostra sede di via Eugenio Criscione Lupis, a una sorta di posacenere artistico che grande attenzione ha suscitato. E, ovviamente, non sono mancate scritte per sensibilizzare i bagnanti a evitare comportamenti poco consoni all’ambito in cui ci si trova, come “Lascia solo la tua impronta. Chi sporca non vale una cicca”. Occasioni del genere ci trovano subito pronti a collaborare perché riteniamo che ciascuno di noi possa fare la propria parte nel rendere migliori i posti in cui viviamo. E, in questo senso, l’attenzione, da parte dei nostri ragazzi, è elevatissima. Lo scorso anno abbiamo anche realizzato alcuni posacenere in ceramica che abbiamo donato ai vari negozi della zona balneare. Quest’anno abbiamo creato dei cartelli per sensibilizzare i bagnanti e stiamo continuando a raccogliere le cicche che si trovano lungo l’arenile”.

Una delle sculture in spiaggia
Una scultura in spiaggia con il messaggio di sensibilizzazione