Bilancio, aziende partecipate, emergenze sociali, infrastrutture, Pnrr. Cgil, Cisl e Uil chiedono l’apertura di un confronto con Sindaco e Giunta


Palermo – I segretari di Cgil Cisl Uil chiedono un incontro al sindaco Roberto Lagalla per affrontare alcuni dei principali problemi di Palermo.  
    I sindacati hanno atteso il varo della giunta da parte del sindaco, con la lista completa dei nomi e la formalizzazione degli incarichi, per sollecitare l’avvio di un confronto “costruttivo” tra l’Amministrazione comunale e  le parti sociali.
     “La piena ripresa delle attività del governo della città con la formazione della nuova giunta e la distribuzione delle deleghe era per noi propedeutico per discutere delle tante problematiche sospese o irrisolte di Palermo e della città metropolitana”, dicono i segretari generali di Cgil Palermo Mario Ridulfo, Cisl Palermo Trapani Leonardo La Piana e  Uil Sicilia e Area Vasta Luisella Lionti.

Luisella Lionti_Uil


    Secondo Cgil, Cisl e Uil, al primo punto della discussione con il primo cittadino dovranno essere posti alcuni temi specifici: piano di riequilibrio e bilancio comunale, aziende partecipate, emergenze sociali, infrastrutture e Pnrr.  

da sx Mario Ridulfo con Miceli. Ph archivio


   Nel rivolgere gli auguri di buon lavoro al sindaco Lagalla, i sindacati attendono di essere convocati in tempi brevi per uno scambio di vedute, idee e proposte. “Questa prima interlocuzione servirà per porre le basi di un percorso partecipato e condiviso, fermo restando l’autonomia della politica e delle istituzioni cittadine – aggiungono Ridulfo, La Piana e Lionti -. Un confronto che parta da temi prioritari, che richiedono uno sforzo sinergico, e che guardi alle emergenze della città ma anche alle tante occasioni di investimenti. I problemi di Palermo e della città metropolitana sono tanti e vanno risolti al più presto con obiettivi precisi e col consenso delle lavoratici e dei lavoratori. Dopo l’incontro con il sindaco sulle questioni per noi prioritarie, approfondiremo gli altri argomenti e le emergenze da affrontare  con gli assessori di riferimento e con il pieno coinvolgimento di tutte le nostre federazioni”.