Per favore, qualcuno accenda la luce, grazie

Palermo – Questa è una prima lettera inviata da Giovanni Moncada, presidente dell’Associazione Comitati Civici Palermo ai neo assessori invitandoli a trasformare il buio in luce per tutti i cittadini.

Gent.mi Assessori

Maria Carolina Varchi

Pietro Cannella 

Maurizio Carta

Dario Falzone

Sabrina Figuccia

Giuliano Forzinetti

Salvatore Orlando

Andrea Mineo

Rosalia Pennino

Aristide Tamajio

Antonella Tirrito

Portiamo a Vostra conoscenza lo spettacolo spettrale che si presenta a Piazza Vittorio Emanuele Orlando di sera. Sono diversi anni che segnaliamo l’illuminazione carente, in un luogo dove anche di sera vanno a giocare i bambini. Abbiamo documentato, con le foto allegate,  come al calar della sera questa diventi terra di nessuno, con le gare di monopattini e bici elettriche fra i passanti, con le moto di grossa cilindrata che scorazzano in una zona pedonale, passando anche davanti all’ingresso del Tribunale. A pochi passi dal Teatro Massimo è veramente assurdo assistere a spettacoli del genere. Le uniche luci sono quelle degli esercizi commerciali e delle tabelle pubblicitarie, in una città dove la delinquenza ha preso campo e dove ogni giorno si registrano atti di violenza nei confronti di ignari passanti. Non è possibile tollerare tutto questo.

Inoltre la piazza versa in condizioni igieniche precarie, con le transenne, che recintano la zona pedonale e lo spiazzale con la scalinata ammalorati, abbattute e trasformate in discariche. Per terra si notano pure conci di tufo, pericolosi per i passanti che transitano numerosi nella zona. 

Chiediamo il ripristino del servizio di pulizia, manutenzione e di pubblica illuminazione, nonché il doveroso presidio della zona, al fine di assicurare le condizioni di sicurezza per i cittadini. 

Cordiali saluti

 Associazione Comitati Civici Palermo

              il Presidente

         Giovanni Moncada

Certamente la nuova Giunta raccoglierà con entusiasmo questo civico invito visto che quanto richiesto ed attenzionato, rientra nei loro compiti istituzionali. Siamo ottimisti.

Luca La Scala