Notti Clandestine: Adriana Pannitteri ha presentato il suo ultimo libro

Termini Imerese (Pa) – Si è concluso il secondo appuntamento delle “Notti Clandestine” a Termini Imerese all’insegna della cronaca nera e della Sicilia. Ad aprire la serata la presentazione del libro “In nome del popolo televisivo. Da Cogne ai nostri giorni”, di V. de Gioia e alla presenza della coautrice Adriana Pannitteri (Vallecchi Firenze). A dialogare con il volto noto del Tg1 Roberto Tedesco, tra gli organizzatori della kermesse.

«I racconti di cronaca nera sono cambiati molto negli ultimi 25 anni perché è diventata dominante in tv forse anche in maniera eccessiva – ha commentato la giornalista romana – Infatti, in questo libro c’è anche una nota critica rispetto all’uso e, forse, all’abuso che si fa della cronaca nera in televisione. È cambiata un po’ tutta la televisione negli ultimi anni. È diventata più invasiva e forse molto più irrispettosa in alcuni casi. Nonostante i richiami dell’Ordine dei giornalisti o i riferimenti ad alcune carte, come quella di Treviso, fondamentali e indispensabili, forse qualche volta bisogna fermarsi a riflettere un po’. Mi chiedo – ha aggiunto la Pannitteri – se sia sempre necessario indugiare così tanto in alcuni aspetti macabri anche in orari forse non del tutto leciti e consentiti. Penso che sia necessaria anche una sorta di autoregolamentazione di chi cura i programmi, forse anche delle stesse aziende televisive, che dovrebbero qualche volta chiedersi se quel prodotto è veramente adeguato».

In seguito, è stato proiettato il film Cùntami (regia di Giovanna Taviani). Presente alla serata Vincenzo Pirrotta, tra i protagonisti del film.

Vincenzo Pirrotta

«È stato importante partecipare a questa pellicola – ha commentato l’attore – È stato un piacere lavorare con grandi maestri come Mimmo Cuticchio e giovani raccontatori che hanno seguito e che si sono nutriti del suo magistrero e che raccontano una Sicilia attraverso le loro storie e vicende personali. Tutto il film è intriso di tradizione ma anche di una bellezza che racconta la nostra terra e la racconta attraverso la poesia. Il momento più bello – ha concluso – è stato quello in cui sono andato nel mio paese di nascita, Partinico, e lì ho avuto modo di riappropriarmi, io che manco da lungo tempo, di alcuni luoghi a me molto cari e averlo fatto attraverso la poesia e attraverso questa metafora dei pupi è stata un’esperienza emozionante».

La kermesse proseguirà oggi 3 agosto alle ore 19.00 con la presentazione del libro “Francesca” Storia di un amore in tempo di guerra” (Solferino Editore) di Felice Cavallaro, editorialista del Corriere della Sera. Alle 21.30 proiezione del film Nuovo mondo (regia di Emanuele Crialese). Interverrà Aurora Quattrocchi, tra i protagonisti del film, che riceverà il Premio “Gatto Barlacio” alla carriera (consegnerà il Premio il regista Luciano Accomando).

L’evento “Notti Clandestine” è stato patrocinato dall’assessorato Regionale del Turismo, sport e spettacolo, dal Comune di Termini Imerese, dall’associazione Addiopizzo, dal Museo del Motorismo siciliano e della Targa Florio e dalla ZIT (Associazione imprese Zona Industriale di Termini Imerese) e ha avuto il contributo di LVS Group, Enel e Tecnimpianti Navim Group.

L’ingresso agli spettacoli è libero fino a esaurimento dei posti e non è necessaria la prenotazione.

Facebook – Notti Clandestine (https://www.facebook.com/notticlandestine)