Incendi boschivi: presentato un nuovo strumento di valutazione dei rischi

Bruxelles – La Commissione ha presentato la prima valutazione paneuropea del rischio di incendi boschivi (Wildfire Risk Assessment). Il nuovo strumento fornisce dati armonizzati e permette una valutazione comparabile dei rischi di incendio boschivo nei paesi della regione paneuropea.

Grazie a un metodo armonizzato, lo strumento aiuterà l’UE, gli Stati membri e altri paesi della regione paneuropea a proteggere vite e ambienti rurali. Avvalendosi dei dati degli ultimi 20 anni, lo strumento, che è frutto della collaborazione tra la Commissione e specialisti antincendio di 43 paesi, offre una panoramica dei rischi strutturali attuali e apporta una soluzione alla diversità dei metodi di valutazione degli incendi applicati per diversi territori, cosa che di per sé può costituire un ostacolo alla valutazione dei rischi in certe regioni, specie quelle in cui scoppiano incendi transfrontalieri che coinvolgono più paesi.

A livello nazionale lo strumento può aiutare i governi e le autorità preposte alla gestione delle catastrofi a integrare gli indicatori di valutazione dei rischi nei piani di prevenzione, mitigazione e preparazione, aspetto particolarmente importante per i paesi a rischio di incendio.

La valutazione dei rischi d’incendio sosterrà iniziative dell’UE quali il meccanismo di protezione civile, il Fondo di solidarietà dell’UE o l’attuazione del regolamento sullo sviluppo rurale nell’individuare le aree più soggette a rischio di incendio medio e elevato.

Quest’estate l’Unione europea ha mobilitato aerei, personale ed elicotteri antincendio, attivando il meccanismo di protezione civile e RescEU, per aiutare gli Stati membri e i paesi vicini a combattere incendi boschivi dagli effetti devastanti.