Elezioni Presidente della Regione. Pivetti e Papa (UMI): “Forza Italia la smetta di proporre nomi di condannati o di soggetti in conflitto di interessi”

Palermo – “La giornata di ieri ha consegnato alla Sicilia l’ennesimo spettacolo indecoroso. Il waltzer dei candidati a presidente della Regione Siciliana, i ritiri strategici, tutto sulla pelle dei siciliani. C’era un presidente uscente, purtroppo per lui incensurato, che è risultato divisivo. Per una sorta di alchimia si è deciso che la presidenza della Regione Siciliana deve andare a Forza Italia. Bene, allora Forza Italia la smetta di proporre nomi di condannati o di soggetti in conflitto di interesse o peggio che inciuciano a sinistra. Al proprio interno, siamo certi, esiste una personalità super partes in grado di fare sintesi. E allora la cerchino, la propongano nelle sedi proprie e si dia inizio alla campagna elettorale. A meno di non voler consegnare come nel 2012 la Regione all’oblio ed alla recessione. L’Unione Monarchica Italiana chiede chiarezza, rapidità ed efficacia tutto ciò che manca in questo momento”. Così in una nota congiunta, Michele Pivetti Gagliardi, Vice Presidente Nazionale Unione Monarchica Italiana e Stefano Papa presidente UMI per la Regione Siciliana.