San Giovanni Battista, festeggiamenti in onore del patrono e protettore di Monterosso Almo

Monterosso Almo (Rg) – “In questo tempo di smarrimento che stiamo vivendo, in cui facciamo fatica a trovare punti di riferimento chiari ed autentici, abbiamo bisogno di stare di fronte a persone come il Battista, che hanno il coraggio di proclamare la verità e testimoniarla con la propria vita. Giovanni Battista è un uomo radicale. Se guardiamo a lui, percepiamo la fora dell’ideale e riscopriamo il grande orizzonte delle promesse di Dio, uscendo dalla mediocrità che facilmente condiziona il nostro cuore e la nostra vita”. Così l’arciprete di Monterosso Almo, il sacerdote Giuseppe Antoci, nel proprio messaggio ai devoti e ai fedeli in occasione dell’avvio dei festeggiamenti in onore di San Giovanni Battista, patrono e protettore della cittadina iblea. La festa esterna è in programma domenica 4 settembre. Domani, giovedì 25 agosto, l’ingresso della festa. Alle 19 il suono festoso delle campane di tutte le chiese e lo sparo di 21 colpi a cannone annuncerà il via alle celebrazioni. Alle 20, poi, ci sarà la celebrazione eucaristica presieduta da don Peppino Antoci. Dal 26 agosto al 3 settembre, il solenne novenario. Ogni giorno alle 19,30 la recita del Rosario e la coroncina, alle 20 la celebrazione eucaristica. Venerdì 26 agosto, la santa messa vespertina, in occasione della Giornata missionaria, sarà presieduta da don Salvatore Converso, sabato 27 agosto, in occasione della Giornata della famiglia, la messa vespertina sarà celebrata da don Paolo La Terra che contestualmente provvederà a benedire le coppie che celebrano il 25esimo e il 50esimo anniversario di matrimonio. Domenica 28 agosto, alle 8,30, la celebrazione eucaristica, alle 18 in piazza San Giovanni, in collaborazione con l’amministrazione comunale, la 33esima edizione della Sagra del pane. Alle 20, la celebrazione eucaristica presieduta da don Marco Fiore mentre, alle 21,30, in piazza San Giovanni, ci sarà uno spettacolo musicale. L’impresa ecologica Busso Sebastiano, che gestisce il servizio di igiene ambientale in paese, effettuerà un’azione di pulizia straordinaria nelle aree che saranno interessate dai festeggiamenti.