Il Coordinatore Nazionale dell’Udc Giovani, Gero Palermo, Candidato alla Camera dei Deputati

Palermo – Il Coordinatore Nazionale dell’Udc Giovani, Gero Palermo, è stato Candidato alla Camera dei Deputati dal suo Partito, l’Udc Italia, nella nuova compagine “Noi Moderati” che include i movimenti politici di Toti, Lupi e Brugnaro assieme all’Udc di Lorenzo Cesa, nella Circoscrizione Sicilia 1.


“La partecipazione alle prossime Politiche nasce dalla grande volontà di sostenere in prima persona le ultime scelte del Partito che ci vedono protagonisti nell’area moderata del Centrodestra – trasmette l’Assessore Palermo – Ringrazio il Segretario Nazionale Lorenzo Cesa per l’opportunità e per aver dato spazio, in queste elezioni Politiche, a molti Giovani che son cresciuti nel nostro movimento. Ringrazio inoltre il nostro Coordinatore Regionale Decio Terrana, sempre presente sul nostro territorio e pronto a nuove sfide”.


Gero Palermo, 35 anni, è Ingegnere e libero professionista nel campo dell’Informatica e dell’Innovazione ed è anche Assessore allo Sviluppo Economico nel suo Paese.


“Noi Moderati rappresenta l’espressione moderata di un’area, quella del Centrodestra, che negli ultimi anni non ha trovato unione nelle scelte Politiche più aggressive e mirate al consenso immediato di alcune componenti. Come già detto anche nella Convention del Centrodestra a Roma, a cui sono intervenuto, da sempre l’Udc ed i nostri alleati di Centro sono stati esempio di Governabilità e Stabilità, mettendo a disposizione grande competenza al fine di offrire mediazione e moderazione a scelte a volte poco condivisibili. Questa volta è stato presentato un Programma Unitario di Centrodestra che offrirà al nostro Paese grande equilibrio e sostenibilità economica ed energetica, in opposizione alle proposte delle sinistre che ci vogliono sempre più poveri, inserendo nuove tasse e aumentando le attuali. L’offerta del Centrodestra mira a rilanciare quel ceto medio sempre più vessato negli ultimi 20 anni, con soluzioni fiscali, quali la Flat Tax, che permetterà risparmi sulle tasse anche ai redditi più bassi. Fondamentali saranno anche gli impegni assunti su Famiglia, interesse nazionale e rilancio del PNRR, puntando su digitalizzazione e transizione ecologica”.