Di Paola (M5S): “Tavolo permanente e commissione speciale per dialogare con le imprese”

Palermo – “Un tavolo permanente e una commissione ad hoc per dialogare costantemente con imprese e associazioni, per ascoltare le loro proposte e varare assieme a loro leggi che funzionino da subito. Sburocratizzare la macchina regionale, eliminando tutte le leggi inutili o addirittura dannose che bloccano la macchina amministrativa”.

Sono due delle proposte di Nuccio Di Paola, il candidato presidente della Regione per il M5S, accolte con favore da Confindustria all’incontro tenuto alla sede dell’associazione di Palermo.

Al presidente Albanese, Di Paola ha anche illustrato la proposta M5S relativa ad un reddito energetico, una sorta di bonus da destinare a famiglie e imprese per realizzare impianti fotovoltaici e mini eolici per contrastare il caro bollette. Tutto ciò reso possibile da un fondo di rotazione di oltre 50 milioni da alimentare tagliando gli sprechi regionali sugli affitti o per il finanziamento delle leggi della cosiddetta ex tabella H.

“Contro il caro bollette che a settembre rischia di fare chiudere centinaia di imprese – dice Di Paola

siamo disposti ad accogliere la proposta che ha fatto Albanese, quella cioè di fermare la campagna elettorale per tre giorni per varare una legge che dia respiro alle imprese, e aggiungo io alle famiglie, con uno stanziamento di 400 milioni, tramite l’utilizzazione di fondi extraregionali. A patto però, sottolineo, che siamo subito utilizzati e non facciano la fine dei finanziamenti della finanziaria cosiddetta di guerra per lenire le ferite del Covid che sono rimasti nel cassetto. A tal proposito a Miccichè chiediamo di convocare l’aula già la prossima settimana”.

A Miccichè Di Paola manda un altro messaggio in risposta ad una sua dichiarazione. “Siamo pronti a governare la Regione Siciliana e a farla passare dall’analogico al digitale, facendo squadra e ascoltando la voce di chi ha più esperienza. Noi col digitale andiamo a nozze, ci siamo nati”.