La postazione militare sull’Eleuterio nel secondo conflitto mondiale: esempio di camouflage architettonico nel territorio metropolitano siciliano

Ficarazzi (PA) – Si svolgerà nell’Aula Consiliare del Comune di Ficarazzi, giovedì 22, 2022 alle ore 17.30, la conferenza dal titolo: “La postazione militare sull’Eleuterio nel secondo conflitto mondiale: esempio di camouflage architettonico nel territorio metropolitano siciliano”.

La manifestazione verrà patrocinata dalle seguenti Associazioni ed Enti: Comune di Ficarazzi; Istituto Siciliano di Studi Politici ed Economici (ISSPE); Associazione di Storia Postale Siciliana; Associazione Culturale Lamba Doria di Siracusa; Associazione Nazionale Polizia di Stato, Sez. Termini Imerese; Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia, Sez. di Palermo; Associazione Nazionale Artiglieri d’Italia, Sez. Termini Imerese; Ficarazzi Blog; Associazione Nazionale Genieri e Trasmettitori d’Italia, Sez. Como; Associazione Nazionale Carristi d’Italia, Sez. Firenze.

Introduce e modera

Donaldo Di Cristofalo (Comitato spontaneo per lo studio delle fortificazioni militari),

Saluti

Giovanni Giallombardo, Sindaco di Ficarazzi

Marilyn Blando,Assessore Cultura

Biagio Saverino, Assessore Sport, Turismo e Spettacolo

Interventi in diretta streaming

Lorenzo Bovi

“Luglio 1943. I Treni Armati in Sicilia”

Interventi dall’Aula Consiliare

Umberto Balistreri (Presidente ISSPE)

“Per la salvaguardia e la valorizzazione dei siti militari siciliani della Seconda Guerra Mondiale”

Enrico Torrisi (Ingegnere civile, studioso di edifici militari)

“Capisaldi militari della prima metà del secolo scorso: tipologie, tecniche costruttive e loro anatomia”.

Paolo Chiarello (Gruppo Ricercatori Storici Sicilia Occidentale)

“Studio, ricerca e valorizzazione delle postazioni militari della Sicilia Occidentale”

L’interessante struttura militare (un esempio di architettura razionalista), sita in Ficarazzi (PA) lungo la statale 113 al Km.249+300, trovasi in corrispondenza dell’attraversamento del cavalcavia sul fiume Eleuterio.

Nel 1943 con l’approssimarsi del conflitto sulle coste siciliane, quasi sicuramente, la nostra, edificata su una linea di contenimento, ebbe un ruolo fondamentale sia per il controllo stradale e verosimilmente anche fluviale. Insieme ai capisaldi e alle Postazioni Circolari Monoarma (sparse nelle aree limitrofe dell’entroterra, costiere e oltre confine urbano), ebbero il compito di ritardare l’avanzata del nemico in attesa di rinforzi da parte delle divisioni mobili.

Oltre alle strutture difensive sopraccitate, partecipò, altresì alla difesa litoranea anche il Treno Armato mobile antinave della Regia Marina. Nello specifico il T.A. 152/1/T, che ebbe la sua sede nella città imerese, e che operò sul percorso ferroviario Termini Imerese-Palermo. Il T.A. era armato con 4 pezzi da 152/40 mm, e 4 mitragliere a.a. Breda Mod. 31 cal. 13,2 mm.

Al 30 giugno 1943 i treni armati operativi in Sicilia erano i seguenti:

120-IV-S a Catania

102-I-T a Targia (SR)

76-II-T a Licata

76-I-T a Porto Empedocle

120-III-S a Porto Empedocle

76-III-T a Mazzara del Vallo

152-II-T a Carini

152-I-T a Termini Imerese

Un ulteriore contributo circa la descrizione della struttura militare sull’Eleuterio ci perviene dall’Ing. Enrico Torrisi che ha delineato il sopraindicato edificio nella sua tesi di Laurea dal titolo: “Studio storico e piano di restauro delle batterie antiaeree e postazioni militari site nel territorio di Palermo”. Scrive l’autore:

«Un altro esempio di eccellente camuffamento si trova ancora sulla Strada Statale 113 tra i centri urbani di Ficarazzi e Bagheria, si tratta di un piccolo edificio di forma parallelepipedale a due livelli in stile chiaramente Razionalista, che presenta ancora l’incorporamento magistrale di quello che fu un palo elettrico stilizzandolo in “fascio littorio”. Dalla poca documentazione recuperata si evince che la struttura nel corso degli anni fu usata dall’Azienda Autonoma Statale della Strada “AASS” durante il ventennio e poi riconvertita a posto di blocco stradale durante il secondo conflitto mondiale grazie a piccole modifiche esterne che aggiunsero le strombature sui lati est ed ovest dell’edificio. Quello che camuffava altresì la struttura oltre le sagome e gli infissi fittizi fu la posizione nel territorio, difatti posta a margine del fiume Eleuterio fu scambiata come edificio a servizio di idrovore dagli alleati».

Il territorio costiero di Ficarazzi era di competenza del 136° Reggimento Territoriale Mobile (Autonomo), inquadrato nella 208^ Divisione Costiera, dipendente dal XII Corpo d’Armata.

A difesa del periplo della costa siciliana, oltre al suddetto Reggimento, furono posizionate anche 5 Divisioni costiere (202a, 206a, 207a,208a 213a) e due Brigate (XVIII, IX).

Bibliografia e sitografia

Alberto Santoni, Le operazioni in Sicilia e in Calabria (luglio-settembre 1943), Stato Maggiore dell’Esercito, Ufficio storico, 1989.

Carlo Clerici, Le difese costiere italiane nelle due guerre mondiali, Storia Militare, 1996.

Enrico Torrisi, “Studio storico e piano di restauro delle batterie antiaeree e postazioni militari site nel territorio di Palermo”, Facoltà di Ingegneria, Relatore Prof. Arch. Francesco Broglia, Correlatore Dott. Arch. Filippo Palazzolo, A.A. 2007-2008. Tesi di Laurea inedita.

Mario Pietrangeli, “Le ferrovie militarizzate, i treni armati, i treni ospedale nella prima e e seconda guerra mondiale 1915-1945”, CESTUDEC, 2012.

Virginio Trucco, “I treni armati della Regia Marina”, in La tecnica professionale, n.s. 20 (2013), n. 7-8, p. 88.

Giuseppe Longo, 2018, “Il ruolo storico ed “eroico” del Treno Armato di Termini Imerese durante la Seconda Guerra Mondiale (Luglio 1943)”, Cefalùnews, dicembre.

Giuseppe Longo, “Pagine sul secondo conflitto mondiale in Sicilia e nel distretto di Termini Imerese”, Istituto Siciliano Studi Politici ed Economici (I.S.P.E.), Palermo, 2021.

Michele Antonilli, Mario Pietrangeli, “Il ruolo delle ferrovie nella seconda guerra mondiale”, Amarganta, 2022.

Lorenzo Bovi, Calogero Conigliaro, Giuseppe Todaro, “Treni armati in Sicilia”. Ediz. Illustrata, Edizioni Ardite 2022.

Giuseppe Longo, 2022, “Seconda Guerra Mondiale. La galleria ferroviaria dismessa di Termini Imerese (PA)”, 16 Maggio 2022.

Giuseppe Longo, 2022 “Le postazioni militari di Ficarazzi (PA) in località “Gattarello”, Cefalùnews, 30 maggio.

Giuseppe Longo, 2022, “L’epopea del Treno Armato di Termini Imerese (T.A. IV 152/1/T)”, Cefalùnews, 17 giugno.

Giuseppe Longo, 2022, “La postazione militare in località Ficarazzi al Km. 249+300”, Cefalùnews, 20 giugno.

Giuseppe Longo, 2022, “La Royal Air Force nell’ambito dell’Operazione Husky 9 luglio 1943”, 3 agosto.

Si ringraziano:

Michele Manna, Giornalista

Carmelo Pantano, Giornalista

Emanuele Maida, Studioso di edifici militari

Virginio Trucco, Storico navale

Giuseppe Longo