Flop Sicilia in digitale, M5S: “Altro che primo passo verso la transizione digitale, è l’ennesimo verso il baratro”

Palermo – “Doveva essere il primo passo verso la transizione digitale, si è rivelato l’ennesimo scatto in direzione di quel baratro verso cui il governo Musumeci ci sta spingendo giorno dopo giorno”.
“Lo affermano i deputati del M5S all’Ars, commentando il nuovo flop day della Regione per il bando Sicilia in digitale, con il sito irraggiungibile per ore e che ha tenuto incollati al monitor numerosi imprenditori “per contributi, tra l’altro, quasi ridicoli”.
E’ incredibile – dicono i deputati 5 stelle all’Ars – che chi ci amministra non sia stato capace minimamente di imparare dai propri errori, che, è sotto gli occhi di tutti, sono un’infinità. E purtroppo a farne le spese sono le nostre aziende, che dovrebbero avere una mano dalla Regione, ma ricevono solo pesci in faccia”.
“Non abbiamo fatto in tempo a digerire il pasticcio telematico del Bonus Sicilia – continuano i parlamentari 5 stelle – che la truppa Musumeci torna a ricordarci le proprie incredibili competenze informatiche con un nuovo mezzo disastro. Speriamo vivamente per i siciliani che tutto funzioni meglio in seguito. Nel frattempo, forse, sarebbe il caso che questo brillante esecutivo tornasse ai vecchi, amati, infallibili francobolli”.
“Alla luce di tutto ciò – concludono – non possiamo non essere preoccupati per la nuova programmazione, con la complessa pianificazione degli interventi e delle loro procedure e con i relativi sistemi di monitoraggio e controllo”.