Pelosi in spiaggia. Cani senza famiglia al mare con i volontari Oipa per dimenticare la monotonia del box

Sono ancora tanti i cani sottratti a situazioni d’ incuria e abbandono che sognano di vivere in una casa, circondati di affetto e attenzioni che mai hanno conosciuto. Chi voglia adottarne uno può mettersi in contatto con Oipa Trapani

Trapani – Cosa regalare a un cane senza casa per renderlo felice anche se solo per poche ore? Portarlo al mare! È questo lo scopo dell’iniziativa Pelosi in spiaggia dell’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa) di Trapani.

In collaborazione con l’associazione L’Arca di Johnny e Osvaldo Odv, i volontari dell’Oipa hanno portato nei giorni scorsi sulla riva del mare i randagi ricoverati nell’Ambulatorio veterinario comunale di Trapani: qualche ora di gioia che, tra bagni e capriole sull’arenile, hanno fatto dimenticare a questi animali ancora senza famiglia l’amarezza e la monotonia delle giornate trascorse in un box. Alcuni di loro sono ospiti nelle case degli stessi volontari e cercano casa.

Come fare per adottarli? «Sono ancora tanti i cani sottratti a situazioni d’ incuria e abbandono che sognano di vivere in una casa, circondati di affetto e attenzioni che mai hanno conosciuto», spiega Antonino Lucido, delegato Oipa di Trapani, «Chiunque fosse interessato ad adottarne uno può mettersi in contatto con noi tramite la pagina Facebook Oipa Trapani o contattando il nostro vicedelegato di sezione Baldo Ferlito al 3279547482».

Pelosi in spiaggia arriva dopo l’iniziativa Proteggiamoli dedicata alla salute dei randagi dei Comuni di Trapani ed Erice grazie alla quale, con una generosa donazione di fialette antiparassitarie da parte di due negozi e in accordo con le Amministrazioni comunali, i volontari dell’Oipa hanno assicurato quest’estate l’adeguata protezione contro pulci, zecche e zanzare a tanti cani di cui si occupano.