Lunedì 11 l’avvio di una nuova sessione di Consiglio comunale

Messina – Lunedì 11, alle ore 18, il Consiglio comunale avvierà una nuova sessione consiliare con all’ordine del giorno trentotto proposte di deliberazione, tre mozioni e otto interrogazioni. I provvedimenti da discutere riguardano il regolamento per la concessione in uso temporaneo delle sale e per la cura del decoro di Palazzo Zanca; il regolamento per l’istituzione della Baby amministrazione; la nomina di due Consiglieri comunali all’interno del gruppo di coordinamento delle Società ai sensi dell’art. 17 del regolamento sul sistema dei controlli interni; il regolamento di regolarità tributaria; il regolamento riscossione coattiva entrate comunali; l’adozione del Piano di Utilizzo del Demanio Marittimo (P.U.D.M.) della città di Messina; Azienda Messina Social City – Bilancio di Previsione esercizio finanziario 2021-2023, Budget Pluriennale 2021-2023 e Piano Programma 2021-2023; A.RIS.ME’ – Bilancio consuntivo 2020; l’approvazione della II variazione al Programma annuale e triennale delle Opere Pubbliche 2021-2023 approvato con delibera di Consiglio comunale n. 12 del 2/2/2021: “DUP 2021-2023-Bilancio di Previsione Finanziario 2021-2023; le modifiche agli articoli 2, 3 e 7 del regolamento comunale per l’utilizzo del Palazzo della Cultura “Antonello da Messina” approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 124 del 10/07/2020; la ratifica della deliberazione di Giunta comunale n. 474 del 24/08/2021 avente ad oggetto “variazione urgente Bilancio di Previsione Finanziario 2021-2023 ai sensi dell’art. 175 c. 4 TUEL”; Messina Social City – Bilancio consuntivo 2020; approvazione nuovo statuto comunale; e venticinque riconoscimenti di debiti fuori bilancio. Le tre mozioni sono l’indirizzo in tema di sostegno al DDL regionale di contrasto alle povertà, l’intitolazione di una via o spazio pubblico alla memoria di Norma Cossetto vittima delle Foibe e l’emergenza urgenza psichiatrica. Le otto interrogazioni interessano il Pilone di Torre Faro, il Belvedere Cristo Re, la creazione di un Centro di accoglienza per mariti e padri separati, la richiesta di installazione di dissuasori in via Alfonso Giacomo Borelli, la viabilità nella S.S. 114 tratto via Adolfo Celi – mancanza di parcheggi per i residenti, il progetto di ampliamento delle strade di accesso ad Ortoliuzzo, l’emergenza abitativa e l’utilizzo della tassa di soggiorno.