A Palermo anche i particolari deturpano la bellezza

Palermo – Piccoli particolari che però sono parte integrante di una grande mappa per scoprire l’incompiuto. Tombini pericolosi, viti di ferro che sporgono dall’asfalto, tutti altrettanto pericolosi se ci sbattiamo accidentalmente anche perchè poco visibili per un passante distratto. L’ Associazione Comitati Civici Palermo ci segnala questi particolari, prendetene nota così se li incontrate sul vostro cammino li eviterete.

Dissesto in via Vittorio Emanuele all’altezza del civico 502, proprio all’incrocio con via Matteo Bonello. Come mostrano chiaramente le foto,  in questo punto c’è un tombino della Fastweb collocato malamente, con l’asfalto dissestato, con buche e crepe che lo rendono pericoloso per pedoni, ciclisti, conducenti di monopattini. C’è anche del brecciolino che fa’ capire come il bitume continui a sgretolarsi. 

Invece questa segnalazione risale addirittura al gennaio scorso: i dissuasori posti a margine della zona pedonale di via dei Benedettini appaiono staccati dalla sede stradale. Considerata la rilevanza turistica del luogo l’Associazione aveva chiesto un intervento per la sistemazione dei dissuasori danneggiati. 

Infine l’ultima segnalazione. Davanti la chiesa di San Giuseppe Cafasso è stato abbandonato un grande involucro che sembrerebbe un tappeto sintetico di un campo di calcetto. 

Loro segnalano intanto la bellezza aspetta.

Mauro Di Stefano