Fusioni: la Commissione autorizza l’acquisizione di Cattolica da parte di Generali

Bruxelles – La Commissione europea ha approvato, a norma del regolamento UE sulle concentrazioni, l’acquisizione del controllo esclusivo di Società Cattolica di Assicurazione S.p.A. (“Cattolica”) da parte di Assicurazioni Generali S.p.A. (“Generali”), entrambe in Italia.

Cattolica opera principalmente in Italia nella fornitura e distribuzione di prodotti assicurativi e, in misura più limitata, nella fornitura di prodotti riassicurativi, nonché in attività accessorie e di sostegno. Generali opera su scala mondiale nella fornitura e distribuzione di prodotti assicurativi e riassicurativi, servizi di assistenza, nonché servizi immobiliari e di gestione patrimoniale. Le attività delle imprese si sovrappongono o danno origine a relazioni verticali in Italia, in particolare nei mercati della fornitura di prodotti assicurativi vita e non vita, della distribuzione di prodotti assicurativi vita e non vita, dei servizi di assistenza e di altri servizi accessori all’assicurazione.

La Commissione ha concluso che il progetto di acquisizione non solleverebbe problemi dal punto di vista della concorrenza, dato il limitato incremento della quota di mercato apportato da Cattolica sui mercati pertinenti e della presenza di diversi fornitori alternativi credibili. L’operazione è stata esaminata nell’ambito della normale procedura di controllo delle concentrazioni.