Diabete e nuovi farmaci,Esperti a confronto

Viagrande (CT) – Congresso di specialisti organizzato da Simdo, Società italiana metabolismo diabete obesità. Responsabile scientifico dell’evento è Vincenzo Provenzano, direttore dell’Unità operativa complessa di Diabetologia dell’ospedale Civico di Partinico e presidente nazionale di Simdo

Sono la nuova frontiera nella cura del diabete. Farmaci che riducono la glicemia in modo “intelligente”, a base di molecole che si legano al recettore del GLP-1, i principali ormoni prodotti dall’intestino utili alla regolazione della glicemia. Queste cure innovative sono al centro del congresso “GLP1 Advanced: presente e futuro nella terapia del diabete”, organizzato da Simdo, Società italiana metabolismo diabete obesità, svoltosi al Grand Hotel Villa Itria di Viagrande.


Responsabile scientifico dell’evento è Vincenzo Provenzano, direttore dell’Unità operativa complessa di Diabetologia dell’ospedale Civico di Partinico e presidente nazionale di Simdo.

La prima sessione è stata dedicata ai rischi cardiovascolari connessi al diabete, analizzando i trial di sicurezza, i numeri e le nuove linee guida. Nella seconda sessione ci si confronterà sul diabete nei pazienti anziani, puntando l’attenzione sui bisogni clinici e i farmaci in uso. Infine, nella terza sessione riflettori accesi sulle connessioni tra diabete e nefropatia, con un approfondimento sulle malattie renali croniche e le armi a disposizione per combatterle.

Il congresso, accreditato per l’Educazione continua in medicina, è rivolto a medici chirurghi, specialisti in cardiologia, endocrinologia, geriatria, malattie metaboliche e diabetologia, medicina interna, nefrologia, scienza dell’alimentazione e dietetica, nonché a psicologi e dietisti.