Alla Stazione Centrale con la Polizia Ferroviaria. Gli alunni della Sciascia incontrano Babbo Natale

Palermo – C’è chi parte e chi arriva ma i cinquanta alunni della scuola primaria “Leonardo Sciascia” aspettano il loro amico speciale “Babbo Natale” che li ha incontrati dentro la Stazione Centrale tra meraviglia, felicità e stupore per una giornata che resterà indimenticabile.

I cinquanta bambini provengono dal quartiere Zen di Palermo. La Polizia Ferroviaria di Palermo, nei giorni scorsi, ha ospitato alla stazione centrale circa 50 bambini, nell’ambito del Progetto “Train… to be cool” che, per l’occasione, è stato ribattezzato “Tree… to be cool”.

I bambini, aiutati dai loro docenti, hanno decorato l’albero I piccoli alunni, accompagnati dai docenti, hanno decorato l’albero di Natale della Polizia Ferroviaria di Palermo con addobbi da loro realizzati sul tema della legalità e della sicurezza ferroviaria, trasferendo nelle decorazioni, le regole di comportamento apprese nel corso degli incontri che i bambini, nelle scorse settimane, hanno avuto a scuola con gli agenti della Polfer.

Una giornata che resterà scolpita nella memoria quella vissuta dalla scolaresca dello Sciascia;una giornata piena di emozioni di regali, vissuta in una maniera inaspettata grazie ai poliziotti e poliziotte della Polizia di Stato non nuovi ad iniziative come questa che servono anche a cementare il senso di legalità e giustizia ma sopratutto il senso di fiducia nelle Forze dell’Ordine, unico vero baluardo per contrastare le forze del male e l’illegalità. La cultura delle buone prassi inizia proprio a scuola in questa classe primaria dove i futuri cittadini del mondo si allenano per affrontare la loro esistenza nel pieno rispetto delle regole e che nelle regole dovranno costruire il loro futuro.

Nell’occasione è stato allestito uno stand nel piazzale della stazione dove gli agenti hanno mostrato ai bambini gli strumenti ed i mezzi in uso alla Polizia Ferroviaria e accompagnato i piccoli studenti in un percorso di conoscenza dell’ambiente ferroviario culminato, in collaborazione con Trenitalia e RFI, con la visita di un treno.

Ed ecco arrivare uno speciale aiutante della Polizia, Babbo Natale, che ha regalato ai bambini un album da colorare raffigurante i diversi aspetti della quotidianità del poliziotto e altri gadget. Questa è anche la Polizia di Stato, queste sono anche le Forze dell’Ordine a cui affidiamo la nostra sicurezza e la possibilità di camminare tranquillamente per strada. A queste persone in divisa che hanno scelto una professione non certo né facile né comoda dobbiamo essere eternamente grati; la loro divisa è il simbolo della lealtà e della legalità cui uno Stato si affida. Senza di loro regnerebbe il caos quindi grazie agli uomini e donne delle Forze dell’Ordine e sopratutto grazie a quanti hanno perso la vita, personale in divisa e cittadini in nome del valore più elevato che contraddistingue una società civile.

Aurora Pennisi