Lettera aperta, di Nicolò Mannino, a chi ha un cuore buono

Monreale (PA) – Nicolò Mannino, docente specializzato in Teologia Spirituale, fondatore del Parlamento della Legalità Internazionale, destinatario di ben 23 cittadinanze onorarie e autore di decine di pubblicazioni letterarie curati con tanti giovani, prende carta e penna e indirizza un messaggio di speranza e di solarità a tutti coloro che nel silenzio agiscono a favore di una cultura della vita. Noi ne pubblichiamo alcuni passaggi salienti.

Scrive Nicolò Mannino:

«E’ bello incrociare sul proprio cammino gente semplice, che presenta prima il cuore e poi i carismi, persone buone nell’animo e nel cuore che hanno sperimentato la ferita dell’incomprensione e del dolore. E’ bello stare con gente non ambiziosa ricca di valori semplicemente essenziali che rendono amabili. Scrivo a te dal cuore buono, a te che spesso hai sperimentato la delusione di un fallimento e come tanti il cuore ha urlato “basta”. E’ meraviglioso rispecchiarsi nello sguardo di chi ama e lo fa proprio per dare luminosità a questo sentimento che non conosce oscurità e inganno. E’ un dono della vita sapere accanto a sé, scorgere la presenza di un viandante che ti fa battere il cuore perché sa essere ottimo ascoltatore e sostegno nel cammino nella vita. Queste persone meravigliose esistono. Forse lo sei tu che leggi questa lettera e non sai che tanti amano incontrarti per dirti “grazie”. Sì, grazie di esistere perché alle mongolfiere delle parole tu preferisci una stretta di mano dove l’emozione non gioca brutti scherzi. A te dal cuore buono auguro il meglio di tutto ciò che alberga nella tua anima: porta a compimento ciò in cui credi e non mollare mai, anche se spesso lo sconforto e la desolazione vorrebbero invitarti a tirare i remi in barca. Non farlo. Vai avanti perché tu hai un cuore che non mente. Tu sei inno di bontà e di amore e sai creare inni di bellezza dove spesso domina il buio e lo sconforto». 

Giuseppe Longo