C’era una volta Palermo della “bellezza”

Palermo – Palermo offesa nella sua parte più intima, la bellezza, che l’ha caratterizzata per anni. Oggi la bellezza sembra svanita, a nulla servono le segnalazioni le denunce che i cittadini rivolgono all’Amministrazione comunale che non interviene. E’ solo un problema di soldi? C’è anche una cattiva organizzazione della macchina comunale?E la mancanza di senso civico è sempre e solo imputabile al cittadino maleducato? Per queste domande c’è un solo galantuomo che potrà dare una risposta:il tempo. Intanto che il tempo ci restituisca dignità noi segnaliamo la bellezza deturpata in città e lo facciamo grazie all’incessante lavoro delle sentinelle della bellezza, i componenti dell’Associazione dei Comitati Civici Palermo. Ecco alcune delle ferite riscontrate che ancora sanguinano.

Profonda buca in piazza Baronio Manfredi, all’Albergheria. 

Nella stessa piazza c’è, inoltre, un tombino pericolosamente dissestato, che potrebbe causare incidenti soprattutto ai conducenti di veicoli a due ruote. 

A distanza di oltre sedici mesi, nulla è cambiato in via Spadolini. Le foto scattate mostrano una situazione veramente grave per la sicurezza e la salute dei passanti, costretti a transitare su stretti marciapiedi invasi da erbacce, spazzatura, segnali stradali divelti e ostacoli di ogni genere. Tutti, compresi disabili, anziani e bambini, sono costretti a percorrere la strada camminando fra i mezzi in circolazione. 

Mercoledì scorso si è verificato un grave incidente nel sottopasso che ha coinvolto cinque auto ed è stato causato dallo scoppio di un pneumatico dovuto ad una buca nello stretto passaggio, ancora un cantiere aperto e mai messo in sicurezza,  come ripetutamente richiesto.  Fra le persone coinvolte una donna in avanzato stato di gravidanza. 

Notizie certe sull’esecuzione dei lavori, dopo quasi mille giorni dall’avvio del cantiere, nonché l’immediata messa in sicurezza del sito ancora non ci sono.

Una vasta chiazza di olio che rende particolarmente pericoloso il transito sul marciapiede ad angolo fra viale Strasburgo e Largo Cavalieri del Lavoro. Occorre una urgente pulizia della pavimentazione a tutela della incolumità e sicurezza dei pedoni.

Situazione di estremo degrado di piazza della Pace. Tenuto conto di quanto dichiarato ufficialmente dal Dipartimento di Prevenzione dell’Asp con nota prot. 4532 /Prev area 3 del 27/12/2021 in merito al “pericolo per la salute pubblica e la viabilità” dello sversamento di liquami nella piazza si rileva con profondo sconcerto che ad oggi nessun intervento è stato effettuato per migliorare le condizioni di sicurezza e vivibilità dei residenti.

Le foto mostrano inequivocabilmente una situazione igienica veramente indegna di qualsiasi consesso civile.

Inoltre non è stato nemmeno accolto l’invito a mettere in sicurezza una profonda buca, per evitare rovinosi incidenti, tanto che hanno dovuto provvedere in modo estemporaneo i residenti, che hanno collocato una pedana con un birillo per segnalare il pericolo 

Assurda ed inaudita una situazione del genere in una città civile, dove un gruppo di abitanti convive da un quinquennio con liquami, sporcizia, fango e residui fecali che emanano un fetore insopportabile.  

Il giro delle sentinelle della bellezza continua.

Luca La Scala

Una chiazza d’olio non rimossa
Liquami perenni in piazza Pace
Palermo_piazza Barone Manfredi_strada dissestata
Via Spadolini si coltivano le erbacce
Si aspetta la copertura totale del tombino