La Teologia del morire. Percorsi di senso e di significato

Sesto e ultimo appuntamento di “formazione alla cura e all’accompagnamento spirituale in cure palliative”. La Pastorale della salute invita gli interessati a partecipare

Ragusa – E’ in programma giovedì 20 gennaio, il sesto ed ultimo appuntamento di “Formazione alla cura e all’accompagnamento spirituale in cure palliative”, dal titolo: La teologia del morire. Percorsi di senso e di significato: “Morire per gli altri”. L’appuntamento in modalità webinar, promosso dall’Ufficio nazionale per la Pastorale della salute, si tiene dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 18,00. “L’evento – sottolinea il direttore dell’ufficio diocesano per la Pastorale della salute di Ragusa, il sacerdote Giorgio Occhipinti – è aperto ad assistenti spirituali e ad altre figure professionali che si occupano di cure palliative. La partecipazione al corso è gratuita con iscrizione obbligatoria che dovrà essere effettuata online all’indirizzo www.salute.chiesacattolica.it. Tra i relatori don Gianni Cioli, docente stabile straordinario di Teologia morale presso la facoltà Teologia dell’Italia centrale responsabile e referente diocesano dell’ufficio Tutela minori e adulti vulnerabili dell’Arcidiocesi di Firenze che parlerà de “La prospettiva della teologia cristiana. Sulla morte e il morire” e don Massimo Angelelli, direttore dell’ufficio nazionale per la Pastorale della salute, che, invece, si occuperà de “Gli hospice cattolici: identità e ruolo”. Inoltre, sarà affrontato il tema del manifesto interreligioso per le cure palliative”. Il corso è curato da don Mario Cagna, cappellano, direttore dell’ufficio diocesano per la Pastorale della salute di Chiavari, dal diacono Guido Miccinesi, referente per la Psico-oncologia, Sc Epidemiologia clinica e di supporto al Governo clinico, istituto per lo studio e la rete oncologica, Ispro, e da Marianna Maglio, hospice “Casa Betania” card. Panico, Tricase, nel leccese.