Giornata del malato. “Invece un samaritano”. L’evento di carattere spirituale promosso dalla Pastorale della salute

Ragusa – In prossimità della Giornata mondiale del malato, l’Ufficio per la Pastorale della Salute della Cei ha promosso un evento di carattere spirituale, che vedrà coinvolte tutte le cappellanie ospedaliere, in cui sarà tenuta un’ora di adorazione eucaristica per ringraziare Dio Padre del dono dei medici, degli infermieri e di tutti i curanti, che quotidianamente si dedicano all’assistenza e alla cura di ogni persona malata. L’evento è in programma per venerdì 4 febbraio dalle 16 alle 17 ed è stato intitolato “Invece un Samaritano”. A darne comunicazione è il direttore dell’ufficio diocesano per la Pastorale della salute di Ragusa, il sacerdote Giorgio Occhipinti. “Si tratta – afferma – della preghiera di ringraziamento a Dio per i curanti, prendendo spunto da un versetto del celebre passo evangelico lucano in cui Gesù racconta la parabola del buon Samaritano (Lc 10,25-37). Esso prevede una duplice modalità in contemporanea. La prima è quella della diretta streaming che si potrà seguire dal canale YouTube dell’Ufficio per la Pastorale della salute della Cei. La seconda modalità è quella della preghiera da tutte le altre cappelle ospedaliere sparse sul territorio nazionale. Anche noi invitiamo tutti gli operatori a seguire questo appuntamento e a creare una comunione spirituale di indubbio valore e significato”.

don Giorgio Occhipinti
Don Occhipinti in Pediatria con alcune operatrici al Giovanni Paolo II