Teatro Biondo, elezioni Rsu, la Slc Cgil Palermo conquista due rappresentanti su tre ed è il primo sindacato

Preoccupazione per le sorti dello Stabile: “Chiediamo alle istituzioni di mantenere gli impegni presi”

Palermo – Elezioni Rsu al Teatro Biondo: la Slc Cgil Palermo si afferma come primo sindacato, eleggendo due Rsu su tre. Gli eletti sono Guido Correnti, Rsu uscente, che è risultato il primo degli eletti, e Patrizia Mannino.

Alle elezioni per le rappresentanze sindacali unitarie, ha votato il 95 per cento dei 38 dipendenti che operano in una delle più importante istituzioni culturali della nostra città. “Un risultato – affermano il segretario generale Slc Cgil Palermo Marcello Cardella e le Rsu Guido Correnti e Patrizia Mannino – che riteniamo straordinario e fortemente significativo, che premia il lavoro che la Slc ha prodotto in questi anni difficili, contrassegnati dalla pandemia, e dalla crisi endemica del mondo della produzione culturale soprattutto a Palermo. Un risultato che, nello stesso tempo, ci assegna una grande responsabilità nei confronti delle lavoratrici e lavoratori, che proprio in questi giorni stanno attraversando un fase di profonda incertezza sul loro futuro lavorativo”.

“La mancata erogazione da parte del Comune di Palermo del contributo 2021 e la indeterminatezza sul contributo 2022 rischia di compromettere la produzione artistica e con essa la stessa sopravvivenza del Teatro – proseguono Cardella e le Rsu Correnti e Mannino – Per queste regioni, già dai prossimi giorni ci attiveremo in tutte le forme per garantire il futuro del Teatro attraverso il coinvolgimento delle maestranze per chiedere con forza alle istituzioni di mantenere gli impegni presi e farsi carico di un progetto di rilancio, a partire dalle risorse previste da Pnnr, per i teatri e l’intero settore della produzione culturale a Palermo”.