Trapani Riparte. Collegamento ferroviario bretella Aeroporto di Birgi, riunione a Palermo

Trapani – Nell’ambito della programmazione statale per 40 milioni di Euro volti a valorizzare i collegamenti ferroviario-aeroportuali, a Palermo su convocazione dell’Assessore Regionale Falcone, si è tenuto il tavolo decisorio per definire tra le proposte di R.F.I. quella più congeniale e funzionale. Per il Comune di Trapani erano presenti il Sindaco Tranchida e l’Assessore Pellegrino portatori inoltre della delega del Commissario Straordinario del Comune di Misiliscemi Burgio, per il Comune di Marsala era presente il Sindaco Grillo, per il Comune di Erice era presente l’Assessore Cosentino, per il Comune di Paceco era presente l’Assessore Ingardia. Oltre all’Assessore Falcone, per il Governo erano presenti anche gli Assessori Turano e Scilla. Era altresì presente il Presidente di Airgest Ombra.

Giacomo Tranchida


Unanimemente, il tavolo ha dato mandato a R.F.I. di procedere allo studio di fattibilità nell’ambito dei 40 milioni stanziati dallo Stato per la progettazione dell’intervento che prevede la realizzazione di una fermata (“stazione leggera”) il più vicino possibile all’aeroporto, un sottopasso pedonale della SP21, la realizzazione di un percorso pedonale – in parte coperto – di collegamento con l’aeroporto al pari di un percorso stradale dedicato ai bus navetta nonché la realizzazione di una piattaforma logistica-parcheggio tanto al servizio della fermata sopracitata quanto del sistema aeroportuale di Birgi.

Il-presidente-di-Airgest-Salvatore-Ombra


«Esprimiamo soddisfazione per l’accelerazione dell’intervento in una logica intermodale di movimentazione dei passeggeri, compresi i flussi turistici e, perché no, nella logica sistemica futuribile degli scali di Palermo e Trapani, anche delle merci – dichiarano il Sindaco Tranchida e l’Assessore Pellegrino -. Unitamente all’aggiudicazione della gara per il sottopasso di via Marsala, nonché per l’ammodernamento ed elettrificazione della Palermo-Trapani via Milo oltre che per il superamento di diversi passaggi a livello nel territorio, questa ulteriore occasione di sviluppo renderà il territorio delle provincia di Trapani più moderno, appetibile ed al passo con i tempi. Non molliamo e avanti tutta».