Diciamo no al ricatto politico. Pronto l’esposto contro il sindaco di Ispica Innocenzo Leontini

Trapani – “La luce del sole che accompagna la nostra azione politica sta facendo emergere il losco di quella politica che vogliamo debellare definitivamente. Quanto accaduto a Paolo Monaca, assessore e consigliere di Ispica, epurato dalla giunta dal sindaco Leontini solo perché ha manifestato sostegno al nostro progetto è sintomatico di un sistema basato sul ricatto politico. Un sistema che, ha affermato il candidato alla presidenza della Regione Siciliana Cateno De Luca, contrastiamo con la denuncia.”

È questo il messaggio lanciato da Trapani dal candidato alla presidenza della Regione Cateno De Luca.

“Paolo Monaca, ha affermato Cateno De Luca, è il primo martire di Sicilia Vera. Un giovane che solo perché ha organizzato alla luce del sole un evento per accogliere la mia visita ad Ispica è stato preso a colpi di lupara politica. Questa è una delle tante forme di mafia che noi non accettiamo. È in fase di predisposizione un articolato esposto nei confronti del sindaco di Ispica, con il quale verrà messa in evidenza l’elevato disvalore morale e giuridico della condotta di Leontini e di coloro che hanno concorso con il primo cittadino nella condotta posta in essere ai danni dell’assessore e consigliere comunale Paolo Monaca. Nell’esposto che stiamo predisponendo come Sicilia Vera non mancheremo di rappresentare la indebita pressione subita dall’ormai ex assessore Paolo Monaca rimettendo all’autorevole vaglio dell’Autorità Giudiziaria la valutazione dell’esatta configurazione della condotta posta in essere dal Sindaco Leontini che, in ogni caso, risulta evidentemente caratterizzata da un profilo di antigiuridicità innanzi al quale non resteremo mai zitti né inerti.

Chiederemo inoltre di conoscere quali vantaggi avrebbe ottenuto il Comune di Ispica dagli assessori regionali che lo stesso sindaco Leontini cita espressamente nonché di chiarire in quale modo l’adesione dell’assessore Monaca a Sicilia Vera avrebbe potuto causare un danno alla cosidetta buona amministrazione che, se è tale, lo è certamente a prescindere da ogni azione politica.”

A Trapani stamani in conferenza stampa il candidato alla presidenza della regione Cateno De Luca ha confermato il suo impegno nel territorio invitando quanti voglio cambiare il sistema a scendere in campo al fianco di Sicilia Vera.

“Un sistema, ha sottolineato Cateno De Luca, che non può cambiare se non usciamo dagli schemi delle classiche trattative delle consorterie e dei salotti. La storia di Paolo Monaca è il segnale che paradossalmente siamo sulla strada giusta. Proseguiremo in questa direzione facendo “luce” sul marcio che inquina l’amministrazione della cosa pubblica.”

L’ultima tappa in programma giovedì mattina a Palermo alle ore 10:00 al ritrovo Santoro in piazza Indipendenza.

In programma poi due grandi eventi durante i quali verranno ufficializzate le candidature all’Ars.

Sabato 9 aprile alle ore 09:30 presso le Ciminiere di Catania e sabato 30 aprile alle ore 09:30 presso il teatro Golden di Palermo.