Aiuti di Stato: la Commissione approva un regime italiano da 5 milioni di € a sostegno degli operatori di autobus turistici nel contesto della pandemia di coronavirus

Bruxelles – La Commissione europea ha approvato un regime italiano da 5 milioni di € a sostegno degli operatori di autobus turistici colpiti dalla pandemia di coronavirus. Il regime è stato approvato nell’ambito del quadro temporaneo per le misure di aiuti di Stato.

Nell’ambito del regime, l’aiuto assumerà la forma di sovvenzioni dirette. La misura sarà accessibile alle società di autobus autorizzate a prestare servizi di trasporto turistico con bus che non sono soggetti a obblighi di servizio pubblico. Per essere ammissibili, gli operatori di autobus devono aver subito nel 2021 un calo del fatturato di almeno il 30% rispetto al 2019.

Lo scopo del regime è soddisfare il fabbisogno di liquidità dei beneficiari e aiutarli a proseguire le loro attività durante e dopo la pandemia.

La Commissione ha constatato che il regime italiano è in linea con le condizioni stabilite nel quadro temporaneo. In particolare, l’aiuto i) non supererà i 2,3 milioni di € per beneficiario; e ii) sarà concesso entro il 30 giugno 2022.

La Commissione ha pertanto concluso che la misura è necessaria, adeguata e proporzionata per porre rimedio al grave turbamento dell’economia di uno Stato membro, in linea con l’articolo 107, paragrafo 3, lettera b), del TFUE e con le condizioni del quadro temporaneo. Su queste basi la Commissione ha approvato la misura in conformità delle norme dell’Unione sugli aiuti di Stato.