Incendi nel II municipio a Catania, il consigliere Cardello chiede di mettere in sicurezza le aree a rischio

Catania – Discariche abusive, afa estiva e aree abbandonate. Questo è il mix che rischia di provocare incendi in tutto il II municipio di Catania. Da qui la denuncia del consigliere di “Picanello-Ognina-Barriera-Canalicchio” Andrea Cardello. “Dopo mesi di totale immobilismo da parte dell’amministrazione comunale, che non ha fatto nessun tipo di intervento preventivo, ci troviamo a commentare una situazione estremamente rischiosa- afferma Cardello- bisognava operare ad aprile o maggio, quando le condizioni climatiche lo permettevano, e invece, anche quest’anno, rischiamo di vedere continuamente i mezzi dei pompieri che fanno la spola, da una parte all’altra della città, per spegnere roghi. Quello che è successo alcuni giorni fa a San Giuseppe La Rena o nei pressi di piazza Eroi D’Ungheria- continua Cardello- ha scatenato il panico tra i residenti del II municipio che temono scenari simili già alla prima scintilla”.  Tra le aree maggiormente a rischio di “Picanello-Ognina-Barriera-Canalicchio” c’è il viale Lainò, il viale Africa, via Anfuso, via Angelo Vasta e via Ruggero Albanese. Terreni pieni di erbacce secche e sterpaglie alte metri che spesso nascondono anche discariche abusive o ripari realizzati con materiali fortuna dai senza tetto.