La Polizia di Stato individua e arresta il presunto autore di una rapina ad una novantenne

Palermo – La Polizia di Stato ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Palermo nei confronti di un pluripregiudicato palermitano di 45 anni ritenuto presunto autore di un episodio di rapina aggravata commesso nei confronti di una donna anziana.

L’episodio risale allo scorso 17 ottobre quando l’uomo, dopo averla seguita a bordo del suo motociclo, avrebbe raggiunto la vittima all’interno dell’androne della sua abitazione, qui l’avrebbe immobilizzata, strappandole con violenza gli orecchini d’oro che aveva addosso.

A nulla sarebbe valso il tentativo della vecchietta di resistere al malfattore che una volta compiuto il deprecabile gesto, si sarebbe allontanato a bordo dello scooter.

Gli agenti del Commissariato di P.S. “Zisa – Borgo Nuovo”, attraverso il racconto della vittima, l’analisi del modus operandi ed in virtù dell’accurata analisi delle numerose immagini tratte dagli impianti di videosorveglianza presenti in zona, sarebbero riusciti a stabilire che l’episodio delittuoso era, almeno in questa prima fase cautelare, riconducibile all’odierno destinatario della misura restrittiva, infatti, alcuni frame estrapolati dalla visione dei filmati catturati dalle telecamere degli esercizi commerciali vicini, avrebbero permesso di individuare il modello e soprattutto la targa del motoveicolo utilizzato dal malfattore per commettere il reato, nonché l’abbigliamento da lui indossato nella circostanza.

Tale ipotesi investigativa sarebbe stata successivamente suffragata, durante la perquisizione domiciliare effettuata a suo carico, dal rinvenimento e contestuale sequestro dei capi d’abbigliamento indossati dal 45enne palermitano il giorno dell’avvenuta rapina.

Sulla scorta di quanto accertato, si è giunti pertanto all’emanazione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere da parte dell’Autorità Giudiziaria.

L’uomo si trova recluso presso la Casa Circondariale.