Polizia di Stato. Addestramento congiunto nelle acque dell’Addaura. simulate operazioni di salvataggio

Palermo – La Polizia di Stato, ha effettuato una complessa ed articolata attività di addestramento che ha simulato delle operazioni di soccorso in mare.

Nel quadro di un’attività di formazione e di addestramento cui da sempre la Polizia di Stato si affida per mantenere elevati standard di preparazione del suo personale, le operazioni si sono svolte nello specchio di mare antistante l’Addaura ed hanno riguardato i poliziotti del IV Reparto Volo ed i colleghi sommozzatori dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura.

Dalle 10 alle 12, le acque dell’Addaura sono state il teatro di simulazioni di soccorso di naufraghi che hanno testato l’elevato grado di operatività e di perizia raggiunto dai poliziotti palermitani, anche da questo punto di vista.

La sicurezza “dal cielo e dal mare”, infatti, è avvertita sempre più come una urgente richiesta nel nostro territorio, luogo è bene ricordarlo di montagna ma anche di mare, ove la nautica da diporto è ormai divenuta un asset turistico praticato con frequenza e che espone i diportisti a possibili spiacevoli incidenti.

In perfetta sinergia, i sommozzatori e gli elicotteristi della Polizia di Stato hanno allenato ed affinato la loro intesa, i primi calandosi in acqua con verricelli ed i secondi mantenendo la verticale del “naufrago” e coordinando il “salvataggio”.  Sono state realizzate due distinte simulazioni con altrettanti equipaggi.

E’ previsto che le esercitazioni siano replicate nel corso delle prossime settimane.