Fratel Biagio: Viva Santa Rosalia la nostro amata Patrona 

Palermo – “Domenica 4 settembre: ricordiamo la nostra Venerata e Amata Santa Rosalia, Patrona, Amica e Sorella di tutta la città di Palermo. Santa Rosalia ha tanto contribuito al bene di questa sofferta città di Palermo, lei è anche conforto e protezione per tutti i nostri emigranti palermitani impegnati in varie nazioni del mondo. “

A parlare è il missionario laico Fratel Biagio il fondatore della Missione di Speranza e Carità di Palermo che accoglie in gratuità e provvidenza circa 600 persone in difficoltà e che ha avuto diagnosticato un tumore al colon. Si trova nell’astanteria della missione dove è monitorato da medici e accudito da fratelli. Fratel Biagio prega per tutti, ma chiede anche preghiera per sé e tutti gli ammalati e ci tiene a regalare, nonostante un periodo difficile per la sua salute, un prezioso messaggio sulla Patrona di Palermo Santa Rosalia. 

“Coraggio e andata avanti perché la nostra Patrona intercede presso il buon Dio e prega per tutti noi. Santa Rosalia ha un cuore universale per tutti i popoli, le varie religioni e le diverse culture. Ci ha anche liberato grazie al Buon Dio dall’epidemia della peste. Grazie amata Santa Rosalia ti preghiamo continua ad intercedere presso l’amato Cristo Gesù, affinché tutti i cittadini palermitani e di tutto il mondo, possano ritornare al Buon Dio, per essere costruttore di vera pace e di vera speranza, (Viva Santa Rosalia). 

Carissimi cittadini palermitani dovete scoprire e capire che la nostra bandiera è fatta di due particolari colori, il rosa e il nero, e chi la ha realizzata anticamente è stato ispirato dal Buon Dio. 

Ecco il colore Rosa, Rosalia la nostra Patrona Santa Rosalia, invece il colore nero San Benedetto il Moro il nostro compatrono di Palermo che veniva dall’Africa, testimoniano la comunione e l’universalità di tutti i popoli. Carissimo Arcivescovo Corrado Lorefice, il nostro Sindaco Roberto Lagalla e tutti i cittadini palermitani condividiamo insieme questa preziosa ricorrenza nel ricordo di Santa Rosalia.”