Manifestazione nazionale Usb Vigili del Fuoco

Catania – La lotta dei Vigili del Fuoco Usb raddoppia: oggi in piazza a Santi Apostoli, Roma, prefettura di Catania, prefettura Alessandria.

Il 1° ottobre sciopero nazionale rinviato dalla commissione garanzia degli scioperi.

Non saranno i cavilli burocratici a fermarci

La commissione garanzia sciopero a 48 ore dallo sciopero nazionale proclamato da usb vigili del fuoco ha ravvisato un’infrazione alla rarefazione per la data del 7 settembre.

La protesta usb ci sarà comunque, perché il 7 settembre noi saremo a roma piazza SS. Apostoli alle ore 10:00. Catania ed alessandria

Contestualmente, usb ha ritirato lo sciopero proclamato per il 7 e ha indetto uno sciopero nazionale per sabato 1° ottobre

– per gli arretrati che ancora non arrivano

– per il residuo dei 165 milioni

– per passaggi di qualifica equi e senza ritardi, compresi gli specialisti

– per mobilità certe, che non lascino i territori con pericolose carenze

– eliminare l’obbligo dei due anni di permanenza per i vigili di prima assegnazione

– per il mancato rispetto degli accordi sulle leggi “speciali”

– per l’estrema necessità di nuove assunzioni (smaltimento procedura speciale e concorso 250 posti).

– per nuovi mezzi che siano funzionali e che non si rompano in continuazione

– per la chiusura dei distaccamenti

– per la, previsione prevenzione e messa in sicurezza dei territori.

Se credono di bloccare la protesta con i cavilli burocratici ebbene, oggi si ritrovano con due giornate di lotta invece di una, per difendere i diritti della categoria dei vigili del fuoco.

Chiunque vada al governo dopo il 25 settembre, questa volta dovrà sentire chi, come noi, salva le vite per mestiere!

Chi lotta può perdere, chi non lotta ha già perso

Carmelo Barbagallo

Coordinatore regionale Usb Vigili del Fuoco Sicilia